Ricerca dello sviluppo
Più forza all'impresa con tecnologia e innovazione

STORIA

In occasione del 150° del Politecnico di Milano, la Fondazione Politecnico ha voluto contribuire con un apposito studio sul nesso tra cultura, ricerca tecnico scientifica e sviluppo economico e territoriale. Svolto in collaborazione con il Centro per la cultura d'impresa, lo studio ha individuato le personalità e i talenti che dal Politecnico, aggiornando la tradizione dell'ateneo, hanno concorso a formare la classe dirigente locale e nazionale, a costruire l'industria lombarda e italiana, a disegnare nuovi assetti urbani e territoriali. 

Il Politecnico di Milano, dal 1863, ha infatti formato élites e classi dirigenti: ingegneri, architetti, designer, imprenditori, dirigenti, pubblici amministratori, che hanno modellato profondamente il volto del nostro Paese.

La banca dati è stata realizzata sulla base del lavoro svolto da Stefano Morosini e da Fabrizio Trisoglio, in occasione della pubblicazione del volume “Il Politecnico di Milano e la formazione della classe dirigente nazionale e locale” redatto in occasione dei 150 anni dell’Ateneo. La banca dati è aggiornata al 30 aprile 2014.

Massimiliano Alberigi Quaranta
1894
1977
Ingegneria meccanica
1920

Nobile. Direttore di diversi stabilimenti Montecatini. CDA nell'Azienda Municipale di gestione dell'acqua e del gas di Bologna. Contribuisce alla fondazione del Sindacato nazionale dirigenti industriali. Maestro del Lavoro.

Cesare Albertini
1874
1951
Ingegneria civile
1896

Assistente presso la cattedra di Costruzioni di Ponti del Politecnico. Ingegnere capo e direttore dell'edilità e l'urbanesimoUrbanista, assistente di Costruzioni di ponti al Politecnico di Milano, fu ingegnere capo e direttore per l'edilità e l'urbanesimo presso l'Ufficio tecnico del comune di Milano. Redattore del nuovo piano regolatore di Milano (1933), fu professore di Tecnica urbanistica al Politecnico di Torino e membro del consiglio di amministrazione della Scuola musicale di Milano. del Comune di Milano. Autore piano regolatore di Milano del 1933. Partecipa a commissioni piani regolatori di Vercelli, Foggia, Saronno. Insegna Tecnica urbanistica al Politecnico di Torino. Dirige rivista "LA casa". Fa parte del CdA Scuola musicale di Milano.

Franco Albini
1905
1977
Architettura
1929

Architetto razionalista, museografo e designer, fu professore ordinario di Composizione architettonica al Politecnico di Milano. Membro dei Congrès internationaux d'architecture moderne, dell'Istituto nazionale di urbanistica e dell'Istituto scientifico del Cnr per la sezione museografia, fu progettista di fama nel settore museografico e nel campo dell'edilizia residenziale e terziaria.

Vittorio Alpe
1859
1938
Scuola superiore di agricoltura di Milano
1878
Professore di Agronomia presso Scuola superiore di agricoltura di Milano.  Ebbe numerosi incarichi anche fuori dell'insegnamento: consigliere sanitario provinciale a Milano, presidente della Cattedra ambulante d'agricoltura, presidente del Consorzio frutticolo di Albenga, fondatore, con altri, della Banca nazionale dell'agricoltura. Le sue più note attività furono, tuttavia, quelle esercitate presso la Società agraria di Lombardia e presso la Federazione italiana dei consorzi agrari. Professore di Agronomia ed economia rurale al Politecnico.
Alessandro Amerio
1876
1965
Fisica, Università degli Studi di Torino
1898
Professore di Fisica all'Università di Messina e di Pavia e ordinario di Fisica sperimentale con esercitazioni al Politecnico di Milano. Membro del Comitato per la geofisica, la meteorologia e la geodesia del Cnr. Socio dell'Accademia dei Lincei e dell'Istituto lombardo.
Ugo Ancona
1867
1936
Ingegneria meccanica Politecnico di Zurigo
1887

Professore ordinario di Teoria generale delle macchine all'Istituto tecnico superiore di Milano (7 novembre 1907). Direttore della Scuola di ingegneria aeronautica di Roma.
Membro della Commissione di finanze (7 aprile 1927-21 gennaio 1929; 2 maggio 1929-19 gennaio 1934). Membro della Commissione per le petizioni (4 maggio 1929-19 gennaio 1934). Sottosegretario di Stato al Ministero dei trasporti marittimi e ferroviari (22 giugno 1916-19 giugno 1917).

Ambrogio Annoni
1882
1954
Architettura
1908

Teorico del restauro, professore incaricato di Organismi dell’architettura e teoria delle ombre all’Accademia di belle arti di Brera, professore ordinario di Caratteri stilistici e costruttivi dei monumenti al Politecnico di Milano, funzionario presso la Soprintendenza ai monumenti della Lombardia e sovrintendente ai monumenti di Ravenna.

Camillo Arpesani
1862
1931
Ingegneria industriale
1907

Laureato per titoli nel 1907 al Politecnico di Milano. Fondatore della Scuola Industriale Milanese, poi Istituto Tecnico Industriale "G. Feltrinelli". Professore di tecnologie meccaniche al Politecnico di Milano. Direttore del Canapificio nazionale di Villa d'Almè e dello stabilimento Biffi di Monza.

Maria Artini
1894
1951
Ingegneria elettrotecnica
1918

Dirigente Edison. Progetta Associazione Italiana Donne Ingegneri e Architetti.

Emilio Carlo Aschieri
1894
1968
Architettura
1923
Professore incaricato di Disegno all'Università di Pavia, Collezionista e pittore, fu restauratore di moltissimi monumenti nell'area pavese.
Gae Aulenti
1927
2012
Architettura
1953
Architetto e designer di fama mondiale, fu assistente presso la cattedra di Composizione architettonica allo Iuav di Venezia e al Politecnico di Milano. Presidente dell’Accademia di belle arti di Brera, fu esperta di riqualificazioni urbane (piazza Cadorna a Milano) e progettista di allestimenti museali (Musée d’Orsay, Musée national d’art moderne al Centre Pompidou).
Carlo Isnardo Azimonti
1876
1943
Ingegneria civile
1899

Docente di Costruzioni stradali. Rettore del Politecnico (1940-1943), in precedenza vicedirettore dal 1926 al 1937. Preside della Facoltà di Ingegneria (1934-1937). Progettista di Ponti. Fonda e dirige scuola di specializzazione in ingegneria stradale A. Puricelli. Membro del Comitato per l'Ingegneria del Consiglio Nazionale delle Ricerche.

Giuseppe Riccardo Badoni
1882
1973
Ingegneria meccanica
1907

Consigliere delegato della Società Anonima Antonio Badoni & C.

Luciano Baldessari
1896
1982
Architettura
1922

Architetto razionalista, artista, scenografo, si oppose al regime fascista. Membro della giunta esecutiva della IX Triennale, fu progettista dello stabilimento Italcima e del palazzo per uffici De Angeli Frua (con Figini e Pollini) di Milano, nonché ideatore dei Padiglioni Breda per la Fiera di Milano.

Hermes Balducci
1904
1938
Ingegneria civile
1928
Professore incaricato di Disegno d'ornato e Architettura all'Università degli Studi di Pavia. Redattore della rivista "Ticinum", fu attivo nelrecupero del patrimonio artistico locale.
Gianluigi Banfi
1910
1945
Architettura
1932

Membro del BBPR, studio d’architettura di fama mondiale. Aderì al Comitato di liberazione nazionale. Membro dei Congrès internationaux d’architecture moderne e del Movimento di studi per l’architettura. In particolare, tra i lavori più noti dello Studio BBPR in area milanese, si ricordano la sistemazione dei musei del Castello Sforzesco (1956) e la progettazione (con Danusso) della Torre Velasca (1958).

Angelo Barbagelata
1875
1961
Ingegneria elettrotecnica
1898

Docente di Tecnologie elettriche alla SLEO, di Fisica e Elettrotecnica all'Istituto Feltrinelli. Docente di Impianti elettrici al Politecnico. Presidente AEI e CEI. Direttore “L'Elettrotecnica”. Membro del Consiglio superiore dei Lavori pubblici  e della Commissione centrale dei periti doganali del Ministero delle Finanze.

Loduvico Barbiano di Belgiojoso
1909
2004
Architettura
1932

Membro del BBPR, studio d’architettura di fama mondiale. Aderì al Comitato di liberazione nazionale. Membro dei Congrès internationaux d’architecture moderne e del Movimento di studi per l’architettura. Al Politecnico di Milano fu professore ordinario di Composizione architettonica. In particolare, tra i lavori più noti dello Studio BBPR in area milanese, si ricordano la sistemazione dei musei del Castello Sforzesco (1956) e la progettazione (con Danusso) della Torre Velasca (1958).

Carlo Barduzzi
1888
nd
Ingegneria meccanica
1914

Segretario federale del Pnf a Trento. Presidente dell'Unione industriale fascista di Trento. Titolare dal 1920 delle Officine Meccaniche Trentine dell'ing. Carlo Barduzzi. Console Generale d'Italia a Marsiglia (1927-1928). Console a Tunisi, Colonia e Odessa (1929-1936).  Consigliere generale della Milizia volontaria per la sicurezza nazionale. Nel 1937 dirige la sezione letteraria del Centro studi anticomunisti.

Mario Baroni
1853
1948
Ingegneria civile
1893

Docente di Analisi, Teoria dei motori idraulici, Tecnica delle costruzioni, Meccanica industriale. Ingegnere alla Franco Tosi di Legnano. Progettista nel campo del cemento armato.

Aldo Barzanò
1893
1977
Ingegneria meccanica
1919

Ufficiale di artiglieria durante la prima guerra mondiale. Proprietario del Cartonificio Barzanò, fu presidente dell'Ospedale Maggiore di Bergamo, vicepresidente dell'Unione industriali di Bergamo, consigliere di amministrazione della Reale Mutua assicurazioni e della Società autostradale della Cisa.

Gabriele Basilico
1944
2013
Architettura
1973
Fotografo di fama internazionale.
Carla Maria Bassi
1906
1971
Architettura
1928

Prima laureata in architettura (con Elvira Morassi) in Italia.

Giuseppe Belluzzo
1876
1952
Ingegneria elettrotecnica
1898

Professore ordinario di Costruzione di motori termici e idraulici. Nel primo conflitto mondiale fondò a Milano il Comitato nazionale scientifico tecnico e il Consiglio superiore di collaudo dei materiali di guerra. Fu presidente dell’Azienda elettrica municipale di Milano, dell’Ansaldo-Cogne e della Cogne-Girod. Eletto deputato nel 1924, fu ministro dell’Economia nazionale (1925-1928) e della Pubblica istruzione (1928-1929). Fu presidente dell’Istituto lombardo di scienze e lettere.

Luca Beltrami
1854
1933
Architettura
1876

Architetto e teorico del restauro, fu professore di Architettura all’Accademia di belle arti di Brera e professore di Architettura pratica e Geometria descrittiva al Politecnico di Milano. Direttore dell’Ufficio regionale per la conservazione dei monumenti della Lombardia, fu inoltre consigliere comunale di Milano (1885-1889), senatore del Regno d’Italia e membro del Consiglio superiore dei lavori pubblici.

Federico Berini
1901
1975
Ingegneria meccanica
1923
Viceprefetto della Spezia e presidente della ricostituita CCIAA della Spezia. Consigliere di amministrazione e direttore generale della Termomeccanica Italiana spa (1945-1961). Presidente dell'Associazione degli Ingegneri della Spezia (1951). Partecipò a numerosi CDA di associazioni e imprese economiche. Consigliere comunale a La Spezia e Assessore all'Urbanistica e ai Lavori Pubblici dal 1957 al 1962. Fu un esponente di rilievo del mondo associativo laicale cattolico. Commendatore dell'Ordine Pontificio di S. Silvestro e membro del Rotary.
Riccardo Besana
1860
nd
Ingegneria civile
1926

Fabbricante di mobili. Vicepresidente della CCIAA di Milano, consigliere provinciale e sindaco di Meda. Dirigente Unioncamere.

Camillo Boito
1836
1914
Accademia di Belle Arti di Venezia
1855
Architetto, scrittore e storico dell’architettura, fu professore di Architettura alle Accademie di belle arti di Venezia e Brera e presidente dell’Accademia di belle arti di Brera. Professore ordinario di Storia dell’architettura al Politecnico di Milano, fu presidente della Commissione centrale per l’insegnamento artistico e industriale e membro del consiglio comunale di Milano.
Guido Bordoni Uffreduzzi
1859
1943
Medicina e chirurgia, Università degli Studi di Torino
1892

Professore del Corso d'Igiene al Politecnico di Milano. Direttore dell'igiene pubblica a Milano (compila il regolamento poi usato in tutte le città del Regno). Debella vaiolo e colera dalla città di Milano.

Pio Borghi
1847
1900
Ingegneria industriale
1870

Direttore cotonificio. Membro consiglio Associaione cotoniera e Borsa cotoni di Milano, presidente Cotonificio Cantoni. Vicepresidente del Linificio e canapificio nazionale. Costruisce alloggi e cooperative di consumo per suoi operai.

Francesco Borletti
1846
1918
Ingegneria civile
1869

Docente di Topografia. Direttore del Gabinetto di Geodesia e Topografia.

Ercole Bottani
1897
1978
Ingegneria elettrotecnica
1922

Professore di varie discipline elettrotecniche, ma soprattutto insigne studioso di elettrotecnica. Commissario per la disciplina dell’energia elettrica in Alta Italia (1945-1955).  Direttore de “L’energia elettrica”. Consigliere comunale a Milano, fondatore e presidente della Metropolitana Milanese (1955) e del Cesi (Centro elettrotecnico sperimentale italiano “Giacinto Motta”). Medaglia d’oro dei Benemeriti della scuola, della cultura, delle arti.

Piero Bottoni
1903
1973
Architettura
1926

Urbanista, architetto e designer, fu professore ordinario di Urbanistica al Politecnico di Milano e autore del Piano della Valle d’Aosta e del Piano A.R. Membro dei Congrès internationaux d’architecture moderne e commissario straordinario della Triennale nel dopoguerra, fu inoltre consultore nazionale della Camera dei deputati (1945-1956), consigliere comunale (1956-1964) e progettista del quartiere sperimentale QT8 a Milano.

Gino Bozza
1899
1967
Ingegneria chimica
1922

Professore ordinario di Fisica tecnica all’Università di Milano e al Politecnico di Milano, dove fu rettore (1960-1967). Membro del Consiglio superiore della Pubblica istruzione, direttore del Cise (Centro informazioni studi esperienze), presidente dell’Associazione termotecnica italiana, direttore de “La Termotecnica”. Membro del Consiglio superiore della Pubblica istruzione e medaglia d’oro dei Benemeriti della scuola, della cultura, delle arti.

Francesco Brioschi
1824
1897
Matematica, Università di Pavia
1847
Matematico di fama internazionale, ha preso parte alle Cinque giornate di Milano del marzo 1848. Professore di Analisi superiore e  rettore (1861) dell’Università di Pavia, è stato fondatore, docente e primo rettore del Politecnico di Milano (1863-1897). Direttore della rivista “Il Politecnico” dopo Carlo Cattaneo, è stato presidente del Consorzio degli istituti superiori di Milano (1875), segretario generale e membro del Consiglio superiore della Pubblica istruzione. Deputato dal 1861 e senatore dal 1865, è stato presidente dell’Istituto lombardo di scienze e lettere, dell’Accademia nazionale delle scienze, detta dei XL e dell’Accademia nazionale dei Lincei.
Luigi Broggi
1851
1926
Architettura
1875

Architetto eclettico, professore di Geometria, Cinematica e Disegno macchine all’Accademia di belle arti di Brera, progettista a Milano di numerosi edifici legati al mondo economico e imprenditoriale (il vecchio palazzo della Borsa in piazza Cordusio, il palazzo del Credito italiano, il palazzo della Società di assicurazioni Italia, i magazzini Contratti).

Giuseppe Bruni
1873
1946
Chimica, Università degli studi di Parma
1896
Direttore del laboratorio di ricerche chimiche e chimico-fisiche della Pirelli. Fondatore del "Giornale di chimica industriale e applicata". Membro della Commissione generale del Bilancio, fu professore straordinario di chimica generale e inorganica al Politecnico di Milano, all'Università di Parma e di Padova. Presidente dell'Istituto veneto di scienze e lettere e della Commissione centrale pei chimici presso il Ministero di Grazie e Giustizia. Membro e consigliere di numerose commissioni pubbliche.
Augusto Brusconi
1859
1924
Architettura
1889

Direttore Ufficio regionale per la conservazione dei monumenti di Lombardia. Progettista con Moretti di Città Studi.

Tomaso Buzzi
1900
1981
Architettura
1923

Collaboratore di Gio Ponti. Direttore artistico della Venini. Docente di Disegno dal vero al Politecnico di Milano.

Bartolomeo Cabella
1847
1907
Ingegneria civile
1869

Tecnomasio Italiano Brown Boveri. Presidente della CCIAA di Milano.

Paolo Caccia Dominioni
1896
1992
Ingegneria civile
1923

Combatte I e II guerra mondiale. Progettista Ambasciate al Cairo, Ankara. Partecipa alla Resistenza. Padre del monumento ai caduti di El Alamein.

Leopoldo Candiani
1853
1930
Ingegneria industriale
1875

Discendente famiglia di cotonieri di Busto Arsizio. Progetta nel 1905 metropolitana a Milano, progetta canali navigabili e per irrigazione. Progetta e realizza ferrovia Domodossola-Locarno. Presidente probiviri e consigliere provinciale a Milano. Presidente Associazione Laureati del Politecnico. Vice delegato del comitato per la propaganda forestale.

Guido Canella
1931
2009
Architettura
1959
Professore ordinario di Composizione architettonica al Politecnico di Milano (1970-2006). Progettista dei centri civici di Segrate, Pieve Emanuele, Pioltello e Gorgonzola. Direttore della collana "Architettura e città" e della rivista "Hinterland". Membro della giunta esecutiva della XVI Triennale e presidente dell'Accademia di San Luca (2007-2009).
Gian Maria Capuani
1924
2002
Ingegneria civile
1948

Fondatore della Pan Eletric. S.p.A. Consigliere nazionale della Democrazia cristiana. Capo dell'ufficio studi del ministero dell'Industria (1973).

Francesco Carassa
1922
2006
Ingegneria elettrotecnica, Politecnico di Torino
1946

Direttore dei laboratori di ricerca della Magneti Marelli. Professore di Comunicazioni elettriche al Politecnico di Milano e rettore (1969-1972). Guidò il Centro studi e laboratori telecomunicazioni e l’Italtel. Progettò e sostenne la messa in orbita del satellite italiano di telecomunicazioni Sirio (1977) e fu presidente del consiglio dell’Agenzia spaziale europea (1990-1993).

Ettore Cardani
1883
1932
Ingegneria meccanica
1908

Direttore della Rivista “Il Politecnico”. Assistente (dimissionario) di Belluzzo. Assessore ai Servizi pubblici a Milano nella giunta Mangiagalli.

Elia Casartelli
1901
1987
Ingegneria meccanica
1924

Consigliere delegato della Worthington Italia. Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica.

Gino Cassinis
1885
1964
Ingegneria civile, Università degli Studi di Roma
1909

Professore di Topografia con elementi di geodesia e rettore del Politecnico di Milano (1944-1960). Presidente della Società internazionale di fotogrammetria. Membro del Consiglio superiore della Pubblica istruzione. Presidente dell’Accademia nazionale dei Lincei. Dal 1951 consigliere comunale del Partito socialista democratico italiano; sindaco di Milano (1961-1964).

Achille Castiglioni
1918
2002
Architettura
1944

Architetto e designer di fama mondiale, fratello di Pier Giacomo Castiglioni e co-fondatore dell’Associazione italiana del disegno industriale (1956). Professore ordinario di Progettazione artistica per l’industria al Politecnico di Torino e professore ordinario di Design industriale al Politecnico di Milano.

Pier Giacomo Castiglioni
1913
1968
Architettura
1937

Architetto e designer, fratello di Achille Castiglioni.   Plurivincitore del Compasso d'Oro. Co-fondatore dell'ADI e del MSA. Membro della Commissione edilizia del Comune di Milano e del Consiglio dell'Ordine degli Architetti della Lombardia. Professore incaricato di Disegno al Politecnico di Milano.

Cesare Cattaneo
1912
1943
Architettura
1935

Architetto razionalista. Progettista di edifici divenuti emblema del Razionalismo italiano.

Giovanni Celoria
1842
1920
Ingegneria - Scuola di Applicazione Torino
1863

Direttore dell’Osservatorio astronomico di Brera (1900-1917) studiò a lungo le eclissi lunari e solari nell’antichità e gli scandagli stellari. Professore di Geodesia al Politecnico di Milano, fu presidente della Commissione geodetica italiana, della Società italiana delle scienze naturali e dell’Istituto lombardo di scienze e lettere. Consigliere e assessore alla Pubblica istruzione al comune di Milano, fu nominato senatore nel 1909.

Giuseppe Cenzato
1882
1969
Ingegneria meccanica
1904

Dirigente della Gadda & C, del Tecnomasio Brown Boveri di Milano e della Società napoletana per imprese elettriche. Amministratore delegato e presidente della Società meridionale di elettricità (1937-1956). Presidente dell’Unione fascista degli industriali della provincia di Napoli. Promosse la Fondazione politecnica del Mezzogiorno e l’Associazione per lo sviluppo del Mezzogiorno (Svimez). Cavaliere del lavoro, fu vicepresidente di Confindustria (1953-1957).

Enrico Cerrai
1924
2013
Chimica e Fisica, Università di Pisa

Professore di Tecnologie dei materiali nucleari al Politecnico di Milano. Direttore del Cise (Centro informazioni studi esperienze), presidente dell’Azienda energetica municipale di Milano, dell’Associazione Cise 2007 e della Commissione energia dell’Ordine degli ingegneri di Milano.

Gino Chierici
1877
1961
Architettura
Professore incaricato di Storia dell'Arte e di Storia e Stili dell'Architettura al Politecnico di Milano. Soprintendente all'Arte medioevale e moderna della Lombardia e ai Monumenti della Campania. Membro del Consiglio superiore delle Antichità e belle arti.
Cesare Chiodi
1885
1969
Ingegneria civile
1908

Urbanista, fu professore incaricato di Tecnica urbanistica al Politecnico di Milano e direttore dell’Istituto di Tecnica Urbanistica. Presidente del Collegio degli ingegneri di Milano, dell’Associazione nazionale ingegneri e architetti italiani e del Touring Club Italiano, fu membro del consiglio di amministrazione del Politecnico di Milano.

Umberto Cisotti
1882
1946
Matematica, Università di Pavia
1903
Partecipò alla Prima guerra mondiale. Professore ordinario di Meccanica razionale al Politecnico di Milano. Fondatore e direttore della Biblioteca di Matematica della Università degli Studi di Milano. Membro del Comitato per l'astronomia, la matematica applicata e la fisica del CNR.
Celeste Clericetti
1835
1887
Ingegneria civile, Università di Pavia - Accademia di belle arti di Brera
1856 - 1858
Ingegnere civile e archeologo. Professore ordinario di Disegno di costruzioni al Politecnico di Milano (1863-1872). Docente presso il Siam e l'Accademia di belle arti di Brera. Presidente del Collegio degli ingegneri e architetti di Milano. Membro della Commissione edilizia municipale,  contribuì alla progettazione del Cimitero munumentale di Milano.
Guido Colombo
1876
nd
Scienze Agrarie - Istituto Superiore di Agraria di Milano
1899

Docente di Tecnologia della Seta al Politecnico di Milano. Membro della Commissione internazionale per lo studio dei metodi di analisi delle sete. Direttore della Regia Stazione Sperimentale per la Seta.

Carlo Paolo Coltri
nd
nd
Ingegneria elettrotecnica
1888

Ingegnere e dirigente della Magrini. Consigliere delegato della Società Elettrica Bergamasca e vicedirettore della Società lombarda per la distribuzione di energia elettrica.

Ettore Conti
1871
1972
Ingegneria civile
1894

Fondatore e presidente della Società per imprese elettriche Conti & C. Presidente del Circolo industriale agricolo e commerciale di Milano. Consigliere della Camera di commercio e del Comune di Milano, si dedicò a opere di mecenatismo, quando sostenne il restauro della chiesa di S. Maria delle Grazie. Presidente della Società d’incoraggiamento d’arti e mestieri di Milano.
Commissario alla riconversione dell’economia di guerra, nel 1919 fu nominato senatore e nel 1938 conte di Verampio. Cavaliere del lavoro, fu ambasciatore straordinario in Giappone e nella Cina del Nord. Presidente della Confederazione generale dell’industria e dell’Associazione fra le società italiane per azioni (Assonime). Fondatore dell’Agip. Presidente di Châtillon, Tecnomasio italiano, Riva, Società lombarda per la distribuzione dell’energia elettrica e della Banca commerciale italiana.

Angelo Coppadoro
1879
1962
Chimica, Università di Padova
1900
Preside dell'Istituto tecnico industriale per chimici industriali di Milano. Membro del Comitato per la chimica del Cnr. Direttore del giornale "Giornale di chimica industriale e applicata". Libero docente e professore incaricato di Chimica generale e applicata al Politecnico di Milano.
Guido Corbellini
1890
1976
Ingegneria civile, Università degli Studi di Roma
1914
Professore di Tecnica e economia dei trasporti. Ispettore Capo FS. Presidente ACEA. Ministro dei Trasporti e della Marina Mercantile. Ministro delle Poste e Telecomunicazioni.
Francesco Correggiari
1895
1985
Ingegneria elettrotecnica
1919
Professore di Costruzioni di macchine elettriche al Politecnico di Milano. Presidente del Cei (1949-1958) e direttore della Sleo.
Luigi Cremona
1830
1903
Ingegneria civile, Università di Pavia
1853

Volontario nella prima guerra d’Indipendenza (1848). Professore di Statica grafica e Geometria superiore al Politecnico di Milano e quindi alla Scuola d’applicazione per gli ingegneri di Roma. Membro del Consiglio superiore della Pubblica istruzione. Senatore e ministro della Pubblica istruzione (1898). Presidente della Accademia nazionale delle scienze, detta dei XL.

Alberto Cugini
1864
1922
Ingegneria civile
1887

Consigliere comunale monarchico a Parma e industriale meccanico.

Mariano Cunietti
1921
1997
Fisica, Università di Milano
1945

Professore ordinario di Teoria e pratica delle misure. Consigliere e presidente della SIFET (Società italiana di fotogrammetria e topografia).

Luigi Dadda
1923
2012
Ingegneria elettrotecnica
1947

Docente di Elettrotecnica dal 1962 al 1994. Importa il primo calcolatore dall'America.

Agostino Dalla Verde
1891
1960
Ingegneria elettrotecnica
1913
Libero docente di Tecnologie elettriche al Politecnico di Milano. Presidente dell'Aei.
Arturo Danusso
1880
1968
Ingegneria civile, Politecnico di Torino
1902

Professore di Scienza delle costruzioni, fu tra i massimi esperti di costruzioni antisismiche in calcestruzzo e collaborò alla progettazione e alla valutazione di stabilità di importanti opere. Membro della commissione di epurazione antifascista al Politecnico di Milano, fu consigliere comunale e presidente dell’Ordine degli ingegneri di Milano. Membro del Consiglio di amministrazione di Italstrade. Fondatore dell’Ismes (Istituto sperimentale modelli e strutture).

Carlo De Carli
1910
1999
Architettura
1934

Preside della Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano durante il '68. Professore ordinario di Architettura degli Interni al Politecnico di Milano.

Giancarlo De Carlo
1919
2005
Architettura
1942

Architetto, urbanista e oppositore del regime fascista. Membro del Congrès internationaux d’architecture moderne e del Movimento di studi per l’architettura, fu professore ordinario di Urbanistica presso lo Iuav di Venezia e libero docente in Pianificazione territoriale urbanistica al Politecnico di Milano. Autore del piano regolatore di Urbino, fu direttore della rivista “Spazio e Società” e presidente dell’Accademia nazionale di San Luca.

Enrico De Conz
1888
1962
Ingegneria meccanica
1912

Realizza importanti progetti edilizi, soprattutto nel settore idraulico. Capitano del Genio nella II Guerra Mondiale. Fonda la Società bellunese per le costruzioni civili. Presidente dell'Università popolare di Belluno. Commendatore al merito della Repubblica.

Giulio De Marchi
1890
1972
Ingegneria civile, Università di Padova
1912

Professore ordinario di Idraulica. Segretario del Consiglio superiore delle Acque e del Consiglio superiore dei Lavori pubblici.

Oronzio De Nora
1899
1995
Ingegneria elettrotecnica
1922

Ingegnere e imprenditore, fondò la Società de Nora (1923), oggi Industrie de Nora spa, operante in tutto il mondo nel settore elettrochimico per la produzione di cloro, soda caustica e derivati. Cavaliere del lavoro.

Stefano De Stefani Donati
1875
1963
Ingegneria meccanica
1898
Promuove e dirige la Società anonima forza elettrica di Valeggio sul Mincio e la società in accomandita semplice idroelettrica G. De Stefani & C. Presidente dei Magazzini Generali della città di Verona. Presidente della Commissione del Museo Civico di storia naturale.
Ardito Desio
1897
2001
Scienze naturali, Università di Firenze
1913
Professore di geologia all'Università degli Studi di Milano e al Politecnico. Membro della spedizione italiana che conquisto il K2. Presidente della Società Geologica Italiana. Linceo, fu consulente per varie imprese elettriche e membro di numerose commissioni e comitati. Fondatore del COmitato scientifico del Cai.
Luigi Dodi
1900
1983
Ingegneria civile, Università di Bologna
1923
Professore ordinario di Urbanistica e preside della Facoltà di Architettura (1963-1965) del Politecnico di Milano. Membro della Commissione edilizia e del nuovo piano regolatore del comune di Milano.
Cesare Dorici
nd
1964
Ingegneria meccanica
1921
Membro della Commissione provinciale delle imposte dirette e consultore della provincia e del comune di Milano. Vicepodestà di Milano (1930-1933) e vicepresidente dell'IACP. Presidente dell'ATM. Direttore de "Il Politecnico". Membro del Consiglio di amministrazione del Politecnico di Milano.
Alfredo (Fredi) Drugman
1927
2000
Architettura
1952
Architetto, museografo e urbanista, fu professore di Composizione architettonica e di Allestimento e museografia al Politecnico di Milano. Membro del Comitato musei dell’Assessorato cultura della Regione Lombardia e del Comitato regionale per i Beni culturali e ambientali. Capogruppo del Partito comunista italiano nel Consiglio di Zona 1 di Milano (1971-1976) e consigliere della Commissione del Comune di Milano per l’arredo urbano (1978-1981).
Luigi Emanueli
1883
1959
Ingegneria elettrotecnica
1906
Membro del Consiglio superiore dei Lavori pubblici. Presidente dell'AEI e direttore generale della Pirelli.
Stefano Fachini
1887
1961
Chimica, Università di Pavia
1900
Libero docente al Politecnico di Milano e direttore della Regia Stazione sperimentale per le industrie degli olii e dei grassi. Presidente della Commissione internazionale per gli olii.
Noverino Faletti
1896
1991
Ingegneria elettrotecnica
1920
Libero docente di Sistemi elettrici al Politecnico di Milano, fu professore di Impianti elettrici alle Università di Bologna, Palermo e Pavia, quando era sede staccata del Politecnico di Milano. Direttore della Società emiliana di esercizi elettrici, della Società elettrica Orobia e della Società elettrica Ponale.
Presidente dell’Andin (Associazione nazionale di ingegneria nucleare). Presidente della sezione di Milano, segretario generale e presidente onorario dell’Associazione elettrotecnica italiana (Aei) e del Collegio degli ingegneri di Milano. Deputato della Democrazia cristiana (1953-1958).
Gugliemo Fanti
1892
1967
Ingegneria civile
1921
Imprenditore, industriale, Vice podestà di Brescia 1926-1929. Dirigente PNF, Consigliere ASM Ospedali civili. Rettore provincia 1934-1938, Presidente Consorzio agrario provinciale.
Gaudenzio Fantoli
1867
1940
Ingegneria civile
1890
PProfessore di Idraulica industriale al Politecnico di Milano e rettore negli anni del fascismo (1926-1940). Fra i massimi esperti di idraulica, fu membro del Consiglio superiore delle acque, della Commissione d’inchiesta tecnica sui canali demaniali, della Commissione ministeriale per la navigazione interna, della Commissione reale per il Po e del Consiglio superiore dei lavori pubblici. Nominato senatore nel 1928.
Piero Ferrerio
1882
1957
Ingegneria elettrotecnica
1907
Assistente di Motta, fu poi presidente e direttore generale della Edison, presidente dell'ANIDEL e dell'UNIPEDE. Membro del Consiglio di amministrazione del Politecnico di Milano.
Luigi Figini
1903
1984
Architettura
1926
Architetto razionalista,  fu membro fondatore del Gruppo 7 e del Movimento italiano architettura razionale. Progettista con Gino Pollini di importanti edifici industriali (palazzo per uffici De Angeli-Frua a Milano, Officine Olivetti a Ivrea, ecc.), terziari e residenziali (quartiere INA-Casa di via Dessié a Milano).
Bruno Finzi
1899
1974
Ingegneria industriale
1920
Professore di Meccanica razionale all’Università di Milano e quindi di Meccanica razionale e di Aerodinamica al Politecnico di Milano, dove fu rettore (1967-1969) nel delicato periodo della contestazione studentesca. Presidente della Società italiana di Meccanica teorica e applicata, medaglia d’oro dei Benemeriti della scuola, della cultura, delle arti.
Costanzo Fisogni
1898
1978
Ingegneria meccanica
1924
Combattente durante la Prima guerra mondiale. Fascista e presidente Unione agricoltori. Membro del  Consiglio Istituzioni agrarie, del Comitato amministratico Regia scuola agraria. Presidente della commissione censuaria e vicepresidente del consiglio economia corporativa di Brescia.
Enrico Forlanini
1848
1930
Ingegneria industriale
1875
Militare di carriera, operò nel Genio come progettista e costruttore di innovativi elicotteri, dirigibili, idrovolanti e aliscafi. Divenuto direttore dello stabilimento Gazogeno & Fonderia meccanica, si dedicò alla produzione di generatori di gas acetilene, idrovolanti e dirigibili che furono adottati dall’esercito italiano.
Carlo Formenti
1847
1918
Ingegneria civile
1870
Docente di Costruzioni all'Istituto Cattaneo e di Architettura pratica al Politecnico di Milano. Progettista del Pio Albergo Trivulzio e membro della commissione igienico-edilizia del Comune di Milano. Membro della Commissione conservatrice dei monumenti della Provincia per la conservazione del Palazzo della Ragione.
Francesco Fusco
1874
1955
Ingegneria meccanica
1902
Direttore della Società Catanese di Elettricità e fondatore sede AEI di Catania, Presidente dell'Unione fascista degli industriali della Sicilia orientale. Direttore generale dell'Ente siciliano di elettricità (1951).
Carlo Emilio Gadda
1893
1973
Ingegneria elettrotecnica
1920
Ingegnere e scrittore, operò come tecnico presso la Società elettrica sarda, per la De Kümmerlin, per la Società lombarda per la distribuzione di energia elettrica, per la Compañia general de fósforos. Direttore della Ammonia Casale, fu reggente della sezione tecnologica dell’Ufficio centrale dei servizi tecnici del Vaticano. Redattore di riviste e letterato di fama, nelle sue opere creative è sempre molto presente il mondo dell’ingegneria, dell’elettrotecnica e del Politecnico: nei personaggi, nelle situazioni, nel multilinguismo tecnico.
Giuseppe Gadda
1872
1928
Ingegneria elettrotecnica
1894
Fondatore della Ditta Gadda & C. e socio AEI. Gerente della Società Unione Esercizi Elettrici e direttore della Società Utenti Nafta.
Gaetano Ganassini
1875
1932
Ingegneria civile, Politecnico di Torino
1899
Ricopre incarichi nazionali e internazionali nell'ambito delle centrali idroelettriche. Incaricato di Costruzioni Idroelettriche al Politecnico di Milano. Membro del Consiglio Superiore di Agricoltura.
Vittorio Gandolfi
1919
1999
Architettura
1942
Professore di Composizione architettonica. Membro Commissione urbanistica del Comune di Milano.
Ignazio Gardella
1905
1999
Ingegneria civile
1928
Architetto razionalista e designer, fu assistente al corso di Elementi di composizione al Politecnico di Milano e professore ordinario di Composizione architettonica allo Iuav di Venezia. Progettista ad Alessandria della casa per gli impiegati della Borsalino, del Dispensario antitubercolare e del Laboratorio provinciale d’igiene e profilassi e, ad Arese, degli Uffici tecnici dell’Alfa Romeo. Presidente del Movimento di studi per l’architettura e dell’Accademia nazionale di San Luca.
Egidio Gavazzi
1846
1910
Ingegneria civile
1869
Fondatore nel 1870 a Desio della Egidio e Pio Gavazzi, prima tessitura serica meccanizzata in Italia con 4700 operai divisi in quattro stabilimenti. Fondatore della Cassa rurale di Desio, fu anche impegnato in attività imprenditoriali legate alla lavorazione del legno, ai trasporti urbani, alla distribuzione di acqua potabile, di energia elettrica e gas.
Pio Gavazzi
1848
1927
Ingegneria civile
1869
Fondatore nel 1870 a Desio della Egidio e Pio Gavazzi, prima tessitura serica meccanizzata in Italia con 4700 operai divisi in quattro stabilimenti. Fondatore della Cassa rurale di Desio, fu anche impegnato in attività imprenditoriali legate alla lavorazione del legno, ai trasporti urbani, alla distribuzione di acqua potabile, di energia elettrica e gas.
Pietro Gazzola
1908
1979
Architettura
1932
Laureato poi in lettere all'Università di Milano nel 1934. Docente di Restauro dei monumenti e di storia dell'arte e dell'architettura. Incarichi presso soprintendenze per restauri. 1945 incarico da Governo militare alleato per restauro monumenti città di Brescia. 1953 funzionario presso UNESCO per tutela paesaggio, scavi archeologici e monumenti. Si interessò ad alcuni grandi progetti di recupero, come il salvataggio dei templi di Abu Simbel in Egitto e la valorizzazione della valle di Bamiyan, in Afghanistan.
Federigo Giordano
1874
1944
Ingegneria elettrotecnica
1896
Ricopre incarichi nazionali e internazionali nell'ambito della costruzione di macchine. Assessore ai lavori pubblici del Comune di Milano (1910-1911). Professore ordinario di Costruzione di macchine al Politecnico di Milano. Curatore della raccolta di scritti di Giuseppe Colombo.
Emilio Gola
1852
1923
Ingegneria industriale
1873
Di origini nobili, fu artista e paesaggista di livello nazionale.
Tito Gonzales
1872
1946
Ingegneria elettrotecnica
1895
Direttore della sez. elettrica dell'ufficio tecnico comunale di Milano. Presidente della Edison.
Giuseppe Grandori
1921
2011
Ingegneria civile
1946
Professore ordinario di Scienza delle Costruzioni al Politecnico di Milano. Presidente della International Association of Earthquake Engineering (IAEE).
Liliana Grassi
1923
1985
Architettura
1947
Architetto e teorica del restauro, fu professore ordinario di Tecnica del restauro e direttore dell’Istituto di Disegno e restauro al Politecnico di Milano. Professionista operante in numerosi recuperi edilizi (per es. l’ospedale Maggiore di Milano), fu ispettrice onoraria della Soprintendenza ai beni architettonici e ambientali della Lombardia.
Enrico Agostino Griffini
1887
1952
Ingegneria elettrotecnica
1910
Architetto razionalista. Fonda Sindacato regionale fascista degli Ingegneri. Membro dei CIAM e della Commissione per il piano regolatore e il nuovo regolamento edilizio di Milano. Restaura Piazza Duomo.
Luigi Guagliumi
1913
1995
Architettura
1937
Libero docente in Disegno I e II e Tecnica Urbanistica presso la Facoltá di Ingegneria e di Elementi costruttivi alla Facoltá di Architettura del Politecnico di Milano (medaglia d'argento per i 35 anni di insegnamento). Vince il primo premio "Concorso Cisav" per la progettazione del quartiere Saint Gobain di Pisa e risulta classificato primo fuori gara nel Concorso Internazionale per la realizzazione delle infrastrutture dell'Aeroporto Intercontinentale Ezeiza di Buenos Aires.

Collabora all'elaborazione dei piani regolatori di Milano, Verona e Brescia e progetta numerosi edifici, tra i quali la sede commerciale in Milano dell'Industria Farmaceutica Hoescht (casa madre a Francoforte) e l'ampliamento dell'Ospedale Sant'Orsola dei Fatebenefratelli di Brescia. Insignito della benemerenza dell'Ambrogino d'Oro del Comune di Milano per la sua operosa attivitá professionale al servizio della societá civile.
Franca Helg
1920
1989
Architettura
1945
Architetto, museografo e designer, fu professore ordinario di Composizione architettonica al Politecnico di Milano. Socio dello Studio Albini, fu professionista nel campo del restauro e degli allestimenti museali.
Francesco Aimone Jelmoni
1910
1991
Ingegneria civile
1933
Professore di Costruzioni stradali. Fautore e progettista dell'Autostrada del Sole. Ricopre vari incarichi in ATM, ACI e nella Commissione interministeriale delle ferrotramvie.
Marco Jenna
1864
1935
Ingegneria meccanica
1889
Ingegnere della Terni e vicepresidente della CCIAA di Terni.
Gugliemo Jervis
nd
1944
Ingegneria meccanica
1925
Valdese, collaboratore dell'Olivetti e martire della Resistenza.
Antonio Federico Jorini
1853
1931
Ingegneria civile
1876
Professore di Analisi, Geometria analitica, Trigonometria, Logaritmi e Topografia, Ponti e Opere marittime. Membro di commissioni a livello nazionale. Autore di Teoria delle costruzioni, importante e tradotta all'estero.
Mario Giacomo Levi
1878
1955
Chimica, Università di Padova
1900
Professore di Chimica industriale nelle Università di Palermo, Bologna e al Politecnico di Milano, dal quale nel 1938 fu epurato in seguito alle leggi razziali, nonostante le sue benemerenze fasciste, in particolare nel campo delle iniziative autarchiche, ciononostante proseguì la sua attività di consulente ministeriale sino al 1941.
Autore di numerose ricerche condotte anche in qualità di consulente ministeriale, prima nel campo della tecnologia chimica (preparazione elettrolitica del borace, fabbricazione dell’acido cloridrico, sali potassici), poi dei combustibili (naturali e artificiali, solidi, liquidi e gassosi).
Michele Lo Presti
1880
1945
Ingegneria meccanica
1912
Partecipa alla Prima guerra mondiale come ufficiale. Professore ordinario di Costruzione di macchine al Politecnico di Milano. Membro della Giunta provinciale e dell'Albo degli ingegneri di Milano. Membro del Consiglio di amministrazione del Politecnico e di numerose commissioni pubbliche. Capogruppo politecnico dell'Associazione fascista della Scuola.
Bruno Loffi
1922
2010
Ingegneria civile
1947
Partecipò alla seconda guerra mondiale e alla liberazione. Direttore dell'AEM di Cremona (1956-1957) e membro del CDA (1958-1961), fu assessore ai Lavori pubblici (1951-1956) a Cremona. Amministratore della Fondazione Cariplo dal 1993 al 1998.
Riccardo Lombardi
1901
1984
Ingegneria meccanica
1923
Arrestato nel 1930 per attività antifascista, nel 1942 fu tra i fondatori del Partito d’azione. Fece parte del Comitato di liberazione nazionale e fu prefetto di Milano alla Liberazione. Ministro dei Trasporti (1945-1946), fu deputato nel Partito socialista italiano ininterrottamente dal 1948 al 1983. Fu direttore dell’”Avanti!”.
Ugo Lombardi
1880
1960
Ingegneria chimica
1903
Professore incaricato di Disegno di macchine al Politecnico di Milano. Consigliere (1911-1925) e assessore dei Lavori pubblici (1911-1913) del Comune di Milano. Vicedirettore del Comitato nazionale per le Invenzioni di Guerra.
Ferdinando Lori
1869
1947
Ingegneria civile, Università degli Studi di Roma
1891
Professore ordinario di Elettrotecnica al Politecnico di Milano, professore e rettore all'Università di Padova. Membro del Consiglio superiore delle Acque e della Pubblica Istruzione. Autore del libro Storia del Regio Politecnico di Milano.
Giulio Macchi
1866
1934
Ingegneria meccanica
1892
Azionista della Banca Commerciale di Varese (1913). Presidente della NIEUPORT Macchi - Azienda Aeronautica Macchi (poi Aermacchi). Consigliere di amministrazione del Credito Varesino e Presidente del Rotary Club (1930-31). Vicepresidente dell'IACP di Varese (1919).
Vico Magistretti
1920
2006
Architettura
1945
Architetto e designer, fu socio fondatore dell’Associazione per il disegno industriale e  membro della giunta esecutiva della XII Triennale. Progettista con Luigi Caccia Dominioni del quartiere San Felice a Segrate (1966-1969), fu direttore artistico dell’impresa Oluce, professore incaricato di Architettura d’interni al Politecnico di Milano e membro onorario del Royal college of art di Londra.
Achille Majnoni D'Intignano
1855
1935
Ingegneria civile
1878
Architetto regio e "arbitro del gusto". Progettista di giardini, ville e interni per l'alta società.
Gian Giuseppe Mancini
1881
1954
Architettura, Accademia di Brera
1903
Architetto, pittore , scultore e professore ordinario di Elementi di composizione al Politecnico di Milano e all'Accademia di belle arti di Brera. Preside della Facoltà di Architettura (1945-1948). Presidente della Federazione, poi Sindacato architetti di Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Mantova e Cremona.
Achille Manfredini
1869
1920
Ingegneria civile
1891
Ingegnere civile e architetto, fondò la rivista “Il Monitore Tecnico” e fu direttore della Società ferrovie e tramvie padane. Presidente della Società democratica lombarda, fu consigliere del Collegio degli ingegneri e architetti di Milano, esponente del Partito radicale e consigliere comunale a Milano.
Angelo Mangiarotti
1921
2012
Architettura
1948
Architetto, designer e scultore, fu direttore artistico della Colle Cristalleria. Progettista di alcune stazioni del passante ferroviario di Milano. In campo accademico fu professore di Disegno industriale al Politecnico di Milano e visiting professor all’Illinois Institute of Tecnology a Chicago e all’Ecole Politecnique Fédérale di Losanna.
Giovanni (Gianni) Mantero
1897
1985
Ingegneria civile
1921
Architetto razionalista. Interprete di Adolf Loos e Walter Gropius. Pogettista a Como di numerose infrastrutture assistenziali e, nel dopoguerra, di edifici residenziali IACP e INA.
Cesare Marescotti
1884
1961
Ingegneria elettrotecnica
1908
Volontario nella Prima guerra mondiale. Nazionalista, consigliere comunale dell'amministrazione Mangiagalli e membro di commissioni su problemi cittadini. Progetta la metropolitana Milano-Monza. Antifascista, fu condannato dal Tribunale speciale nel 1943. Nel 1948 divenne presidente dell'Associazione laureati. Fonda il Comitato nazionale in onore alla bandiera e al Politecnico e la Biblioteca di cultura umanistica Federico Marescotti, figlio partigiano caduto nel 1944 in Val d'Ossola.
Giovanni Masera
1855
1942
Ingegneria civile
1877
Ingegnere municipale di Gallarate, poi all'ufficio speciale per il piano regolatore di Milano e ingegnere capo dell'Ufficio tecnico municipale. Autore del Piano regolatore Pavia-Masera del 1909.
Arnaldo Masotti
1902
1989
Ingegneria elettrotecnica - Matematica applicata, Università di Milano
1924 - 1926
Professore ordinario di Meccanica razionale e statica grafica. Preside della Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano (1935-1939) e membro del Consiglio di amministrazione.
Matteo Maternini
1910
1997
Ingegneria civile
1933
Progettista ferroviario. Docente di Tecnica ed Economia dei trasporti. Membro Collegio nazionale degli ingegneri ferroviari, del Centro esperimenti dei trasporti urbani e interurbani di Roma e della Commissione italo-svizzera per l'idrovia Locarno Adriatico.
Luigi Mattioni
1914
1961
Architettura
1939
Assistente incaricato di Elementi di architettura e rilievo dei monumenti. Architetto della ricostruzione a Milano.Consulente per il piano regolatore della città. Promotore del Sindacato Nazionale Architetti.
Francesco Mauro
1887
1952
Ingegneria elettrotecnica
1909
Professore incaricato di Mineralogia e di Tecnologia generale al Politecnico di Milano, dove institui il Corso per dirigenti d'azienda. Consulente e progettista per il Ministero della Guerra, fu anche membro della Commissione per il Dopoguerra e per l'industria del freddo.
Presidente dell'International Management Institute - Boureau International du Travail, del Collegio degli ingegneri e architetti di Milano, dell'Associazione nazionale degli architetti italiani, del CONI. Partecipò ai lavori della Consiglio superiore dei lavori pubblici e dell'Economia. In sua memoria al Politecnico fu instituito un corso di Ergotecnica.
Luigi Mazzocchi
1842
1925
Ingegneria civile
1866
Si unisce alla Spedizione dei Mille. Esperto di carpenteria, di asfalti e di cementi. Consigliere e assessore comunale all’Edilizia al Comune di Milano. Vice-presidente per le Esposizioni Riunite del 1894 e per l’Esposizione Internazionale del 1906. Membro e presidente del Collegio degli Ingegneri e Architetti di Milano. Fondatore della Società Anonima delle Terme e della Società dei Grandi Alberghi di San Pellegrino.
Fausto Melotti
1901
1986
Ingegneria elettrotecnica
1924
Artista di fama mondiale, fu promotore della rivista “Quadrante”. Anche se non esercitò mai la professione, tracce dell’ingegneria e dell’elettrotecnica sono presenti in sculture, disegni e poesie: si tratti di oggetti (ruote, pendoli, molle, elettrodi sferici, anelli piatti o bobine) o di materiali (acciaio, legno, vetro, rame, carta). Fa parte della schiera degli “ingegneri-artisti”, come Gabriele Mucchi (laureato a Bologna nel 1923) e i politecnici Emilio Gola (1872), Ernesto Treccani (1942) e Pietro Pedeferri (1963).
Paolo Mezzanotte
1878
1969
Ingegneria civile
1900
Architetto, pittore e storico dell'architettura milanese. Docente di Architettura tecnica e Architettura del Cemento armato. Progettista della Casa del Fascio di via Nirone e del nuovo Palazzo della Borsa di Milano.
Ettore Molinari
1867
1926
Chimica, Basilea
1889
Noto Chimico, professore di Chimica tecnologica al Politecnico di Milano. Anarchico e vicepresidente della Società chimica italiana. Direttore chimico presso il Lanificio Rossi di Piovene. Direttore della Scuola e del Laboratorio di Chimica del Siam e della Scuola di Saponeria di Milano.
Henry Molinari
1894
1958
Ingegneria industriale
1916
Figlio di Ettore Molinari. Socialista e antifascista, rifiuta la tessera del Partito nazionale fascista. Licenziato dal Politecnico, venne richiamato nel dopoguerra. Direttore dell'Istituto di Tecnologie e impianti industriali e membro del CNR e della I Costitutente italiana. Direttore della Società Italiana Prodotti Esplodenti.
Ugo Monneret de Villard
1881
1954
Ingegneria chimica
1904
Archeologo e storico dell’arte, fu professore di Storia dell’architettura al Politecnico di Milano e funzionario dell’Ufficio missioni scientifiche del ministero degli Esteri in Egitto. Presidente dell’Accademia di belle arti di Roma, fu membro del Consiglio direttivo dell’Istituto nazionale d’archeologia e storia dell’arte.
Carlo Morandotti
1895
1940
Architettura
1921
Architetto piacentiniano e autore del piano regolatore di Pavia.
Luigi Morandotti
1885
1958
Ingegneria civile
1908
Progetta le prime fabbriche di rayon in Italia. Direttore generale dell'impresa La Soie de Chatillon e della Societe Viscose Rheinfelden Suisse. Direttore della Società per la filatura dei cascami di seta (1926-1933). Presidente di Unioncamere Lombardia e vicepresidente di Unioncamere nazionale. Membro del Consiglio di amministrazione del Politecnico di Milano, a lui si deve l'istituzione della Scuola per la formazione di operai meccanici.
Elvira Luisa Morassi Bernardis
1903
2002
Architettura
1928
Con Carla Bassi fu la prima laureata architetto in Italia. Ha insegnato alla Scuola d'Arte di Gorizia.
Gaetano Moretti
1860
1938
Architettura, Accademia di Brera
1833
Architetto, direttore dell’Ufficio Regionale per la Conservazione dei Monumenti in Lombardia. Professore ordinario di Composizione architettonica e primo preside della Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano, fu vicepresidente del Comitato internazionale degli architetti, membro del Consiglio superiore delle antichità e delle belle arti e del consiglio di amministrazione del Politecnico di Milano.
Collaboratore di Beltrami, contribuì al restauro di importanti chiese, palazzi e complessi monumentali. Professionista di fama, operò sia in Italia sia all’estero (in particolare in Sudamerica) e fu autore con Brusconi del progetto iniziale per la nuova città universitaria a Milano. Progettista del cimitero monumentale di Chiavari, del cimitero e del mausoleo di Crespi d’Adda, nonché di centrali elettriche (per la parte architettonica) per imprese industriali.
Giacinto Motta
1870
1943
Ingegneria elettrotecnica
1894
Professore di Tecnologie elettriche al Politecnico di Milano, fu a Milano segretario e presidente dell’Associazione elettrotecnica italiana e fondatore della Sleo (Scuola laboratorio di elettrotecnica per operai). Direttore dell’Unione telefonica lombarda, fu progettista della parte elettromeccanica della centrale idroelettrica Giuseppe Ponzio di Grosotto e della linea elettrica Grosotto-Milano.
Direttore generale (1915) e amministratore delegato (1918) della Edison fino al 1942, fu presidente della Banca nazionale di credito e dell’Unione nazionale fascista industrie elettriche. Fondò e presiedette l’Unione democratica liberale (1915) e dell’Associazione liberale democratica (1921) e fu deputato dal 1924 al 1939. Nel 1925 istituì la Fondazione Politecnica. Cavaliere del lavoro, acquisì per le sue opere di beneficienza il titolo di conte.
Giovanni Muzio
1893
1982
Architettura
1915
Architetto e urbanista, fu professore ordinario di Architettura e composizione architettonica al Politecnico di Milano e di Composizione architettonica al Politecnico di Torino. Progettista della nuova sede dell’Università Cattolica, del palazzo della Triennale e dell’amministrazione provinciale di Milano, fu membro del Consiglio superiore delle belle arti e del consiglio di amministrazione del Politecnico di Milano.
Ernesto Nathan Rogers
1909
1969
Architettura
1932
Membro del BBPR, studio d’architettura di fama mondiale. Aderì al Comitato di liberazione nazionale. Membro dei Congrès internationaux d’architecture moderne e del Movimento di studi per l’architettura. Al Politecnico di Milano Nathan Rogers fu professore ordinario di Elementi di composizione. In campo editoriale, Nathan Rogers fu inoltre direttore di importanti riviste d’architettura (“Domus” e “Casabella”, poi “Casabella-Continuità”). In particolare, tra i lavori più noti dello Studio BBPR in area milanese, si ricordano la sistemazione dei musei del Castello Sforzesco (1956) e la progettazione (con Danusso) della Torre Velasca (1958).
Giulio Natta
1903
1979
Ingegneria chimica
1924
Professore di Chimica generale all’Università di Pavia, di Chimica fisica all’Università di Roma, di Chimica industriale al Politecnico di Torino e dal 1938 al Politecnico di Milano, dove diresse l’Istituto di Chimica industriale. Consulente della Montecatini e della Terni, è stato titolare di 333 brevetti industriali. Presidente del Centro nazionale di chimica delle macromolecole del CNR. Premio Nobel per la Chimica nel 1963 per i suoi studi sulla polimerizzazione stereospecifica.
Cesare Nava
1861
1933
Ingegneria civile
1884
Progettò il palazzo della banca d'Italia a Milano, fu presidente del banco ambrosiano, ministro delle Terre liberate nel Governo Nitti I(1919) con il Partito Popolare. Passato in seguito nel partito fascista, venne nominato senatore del Regno nel 1921 e fu ministro dell'Economia Nazionale del governo Mussolini dal 1 luglio 1924 al 10 luglio 1925.
Aldobrando Netti
1969
1925
Ingegneria elettrotecnica
1891
Costruttore della prima centrale idroelettrica di Narni (1892) e di numerose città umbre. Consigliere direttivo dell'Associazione fra esercenti imprese elettriche in Italia. Inaugura la linea ferroviaria Nera Montoro-Chiusi (1915). Membro della Commissione reale per lo sviluppo industriale di Roma.
Giorgio Niccolini
1846
1925
Ingegneria civile
1869
Fa parte della Commissione per il Dopoguerra, Consigliere comunale a Firenze. Proprietario di una fabbrica di tele incerate.
Bernardino Nogara
1870
1958
Ingegneria elettrotecnica
1894
Fu direttore delle Miniere di Fongoch (Galles), direttore della Società Commerciale d’Oriente, delegato italiano alla amministrazione del debito pubblico ottomano e consigliere delegato della Società per le Miniere di Bulgaria a Costantinopoli. Consigliere (1925-1945)e poi vicepresidente della Banca Commerciale Italiana, nel 1929 fu chiamato da Pio XI a dirigere l'Amministrazione Speciale della Santa Sede (dal giugno del 1942 Istituto per le Opere di Religione - IOR).
Angelo Omodeo
1876
1941
Ingegneria elettrotecnica
1899
Fondatore e titolare di uno studio professionale specializzato in dighe e opere di ingegneria idraulica che operò in Albania, Belgio, Cina, Egitto, Francia, Italia, Scozia, Spagna, Portogallo e Unione Sovietica (dove aprì una filiale negli anni trenta). Socialista riformista, è citato da Filippo Turati nel suo celebre discorso parlamentare "Rifare l’Italia!" del  giugno 1920. A lui è dedicato il lago formato dallo sbarramento artificiale al fiume Tirso, in provincia di Oristano.
Ettore Paladini
1848
1930
Ingegneria civile
1899
Combattente garibaldino in Trentino nel 1866. Docente di Idraulica e costruzioni idrauliche. Presidente della Commissione per la fognatura di Milano. Membro della Commissione per lo studio dell'energia elettrica per l'arsenale di La Spezia. Presidente Collegio degli Ingegneri e Architetti di Milano.
Alessandro Panzarasa
1866
1960
Ingegneria elettrotecnica
1890
Progettista di centrali elettriche e impianti. Cofondatore e primo segretario AEI.
Albino Pasini
1888
nd
Ingegneria civile
1911
Presidente della Federazione nazionale fascista delle Aziende municipalizzate di Roma e dell'AEM (1928-1943). Docente del Politecnico di Costruzioni idrauliche e Trazione elettrica.
Piero Pedeferri
1938
2008
Ingegneria chimica
1963
Artista e professore ordinario di Corrosione e protezione dei materiali al Politecnico di Milano.
Enrico Peressutti
1908
1976
Architettura
1932
Membro del BBPR, studio d’architettura di fama mondiale. Aderì al Comitato di liberazione nazionale. Membro dei Congrès internationaux d’architecture moderne e del Movimento di studi per l’architettura. In campo editoriale, Nathan Rogers fu inoltre direttore di importanti riviste d’architettura (“Domus” e “Casabella”, poi “Casabella-Continuità”). In particolare, tra i lavori più noti dello Studio BBPR in area milanese, si ricordano la sistemazione dei musei del Castello Sforzesco (1956) e la progettazione (con Danusso) della Torre Velasca (1958).
Carlo Pesenti
1907
1984
Ingegneria meccanica
1933
Presidente della Italcementi e dell'Italmobiliare.
Agnoldomenico Pica
1907
1990
Architettura
1931
Architetto, critico e storico dell’arte e dell’architettura, fondò e diresse il Centro studi della Triennale di Milano. Membro di commissioni per le mostre di architettura, urbanistica e autarchia nella progettata E42 di Roma (1938-1940), fu professore di Composizione decorativa all’Umanitaria e fondatore dell’Ente raccolta vinciana (1950).
Roberto Piontelli
1909
1971
Ingegneria elettrotecnica
1931
Laureato nel 1936 anche in Chimica all'Università di Pisa. Professore ordinario di Chimica fisica al Politecnico di Milano. Fondatore dell'International Society of Electrochemistry.
Giovanni Battista Pirelli
1848
1932
Ingegneria industriale
1870
Ottavo figlio di un panettiere di Varenna (Lecco), prese parte come volontario garibaldino alla terza guerra d’Indipendenza (1866) e alla battaglia per la liberazione di Roma (1867). Fondatore nel 1872 della Società G.B. Pirelli & C. per la fabbricazione e la vendita di articoli in gomma di uso tecnico e chirurgico, negli ultimi anni del secolo iniziò a produrre cavi elettrici, pneumatici e linoleum, affermandosi a livello internazionale.
Cavaliere del lavoro, senatore del Regno nel 1909, fondatore della sezione milanese del Club alpino italiano (1873), consigliere della Camera di commercio di Milano, membro del Consiglio dell’industria e del commercio, del Consiglio superiore del lavoro e presidente di Confindustria (1919).
Felice Poggi
1855
1920
Ingegneria civile
1877
Assistente di Archimede Sacchi e di Antonio Sayno. Direttore della Divisione delle acque e delle strade presso Ufficio tecnico municipale di Milano. Progetta reti fognarie e acquedotti di Parma, Piacenza, Bergamo. Progetta porto commerciale e industriale di Milano.
Gino Pollini
1903
1991
Architettura
1927
Architetto razionalista, fu membro fondatore del Gruppo 7 e del Movimento italiano architettura razionale. Progettista con Luigi Figini di importanti edifici industriali (palazzo per uffici De Angeli-Frua a Milano, Officine Olivetti a Ivrea, ecc.), terziari e residenziali (quartiere INA-Casa di via Dessié a Milano). Professore di Composizione architettonica al Politecnico di Milano.
Gio Ponti
1891
1979
Architettura
1919
Architetto e designer, fu direttore artistico della Richard Ginori e fondatore delle riviste “Domus” e “Stile”. Professore ordinario di Architettura degli interni al Politecnico di Milano, fu progettista di alcuni dei più importanti edifici del Novecento italiano (a Milano: palazzo Montecatini, torre littoria (poi Branca), grattacielo Pirelli).
Giuseppe Ponzio
1853
1908
Ingegneria industriale
1919
Docente di Costruzione delle Macchine al Politecnico di Milano. Nel 1895 fonda il Laboratorio di meccanica sperimentale dopo un viaggio con Saldini negli USA. Assessore ai pubblici servizi a Milano, si impegnò nella nascita dell'AEM, ma anche di distribuzione acqua potabile, fognature, navigazione fluviale e pavimentazione stradale.
Piero Portaluppi
1888
1967
Architettura
1910
Architetto, professore ordinario di Composizione architettonica e preside della facoltà di Architettura (1939-1945, 1948-1963) del Politecnico di Milano. Presidente dell’Ordine degli architetti della Lombardia (1953-1963), fu progettista di centrali elettriche, di residenze prestigiose e di numerosi edifici rappresentativi; fu inoltre attivo nel restauro di grandi complessi monumentali.
Membro del Consiglio superiore per le belle arti e antichità, del Consiglio superiore dalla pubblica istruzione, del Consiglio nazionale delle ricerche e della Pontificia commissione d’arte sacra. Presidente del comitato tecnico del Teatro alla Scala.
Giulio Prinetti
1851
1908
Ingegneria industriale
1872
Gerente della Prinetti & Stucchi. Ministro degli Esteri.
Adolfo Quilico
1902
1982
Ingegneria chimica
1925
Docente di Chimica  organica al Politecnico di Milano. Membro della Commissione direttiva del Comitato Nazionale per l'energia nucleare.
Eugenio Radice Fossati
1910
2000
Ingegneria civile
1934
Imprenditore, fu consigliere comunale di Milano (1951-1956). Consigliere di amministrazione di numerose società (Edison, Pirelli, Alitalia, ecc.), fu presidente dell’Aedes, della Banca d’America e d’Italia, della Camera di commercio di Milano (1958-1969) e di Unioncamere nazionale (1961-1967). Vicepresidente di Confindustria, della Lepetit e del Tecnomasio Italiano Brown Boveri. Cavaliere del lavoro.
Piero Regoliosi
1904
1994
Ingegneria elettrotecnica
1928
Professore ordinario di Misure elettriche al Politecnico di Milano. Membro del Consiglio di amministrazione dell'AEM. Direttore della SLEO.
Giulio Revere
1875
1933
Ingegneria civile
1897
Docente alla Scuola dei costruttori edili di Milano. Pubblica uno studio sull'insegnamento professionale in Italia. Docente di Scienza delle costruzioni al Politecnico di Milano. Redattore della rivista “Il cemento”. Membro della commissione per gli studi e per le modifiche al regolamento dei cementi armati.
Giulio Rezia
1881
1938
Ingegneria civile
1906
Volontario nella Prima guerra mondiale come ufficiale del Genio. Progettista di edifici residenziali, industriali e commerciali. Vicepresidente della Commissione delle imposte, direttore Ufficio tecnico dell'Ospedale Fatebenefratelli. Antifascista, per motivi politici abbandona Politecnico negli anni Trenta.
Alberto Riva
1848
1924
Ingegneria industriale
1870
Volontario nella terza guerra d’Indipendenza (1866) e nella battaglia per la liberazione di Roma (1867). Fondatore della accomandita Ing. Alberto Riva, che nel 1894 mutò la ragione sociale in Ing. A. Riva, Monneret & C. L’attività iniziò a specializzarsi nella produzione di turbine idrauliche, raggiungendo risultati tecnici d’avanguardia e aggiudicandosi l’appalto per le più importanti centrali idroelettriche dell’epoca.
Fondatore della sezione milanese del Club alpino italiano (1873), nel 1894 fondò il Touring club italiano, di cui ricoprì la carica di vicepresidente. Cavaliere del lavoro, fu consigliere della Camera di commercio e consigliere comunale a Milano.
Agostino Rocca
1895
1978
Ingegneria elettrotecnica
1921
Fiduciario della Banca commerciale italiana, intervenne nel risanamento di numerose aziende. Nel 1933 entrò come dirigente nell’Iri (Istituto per la ricostruzione industriale). Fu vicepresidente e amministratore delegato della Dalmine (1935-1944), amministratore delegato della Società italiana acciaierie Cornigliano Cogne, dell’Ansaldo e direttore generale della Finsider.
Cavaliere del lavoro, fu membro della Giunta esecutiva della federazione industriali meccanici e metallurgici e della Giunta esecutiva di Confindustria. Nel dopoguerra, dopo essere stato sottoposto a processo di epurazione e prosciolto, fondò la Techint (Compagnia tecnica internazionale) e si trasferì in Argentina, giungendo a coordinare oltre cinquanta attività industriali tra America Latina, Europa e Mediterraneo, con oltre diecimila dipendenti.
Mario Alberto Rollier
1909
1980
Chimica, Università di Torino
1931
Già attivo come docente al al Politecnico, nell’agosto del 1943 fondò a Milano la sezione italiana del Movimento federalista europeo. Pur proseguendo nel suo lavoro al Politecnico, svolse un’intensa attività politica, per passare poi in clandestinità a organizzare le formazioni lombarde di Giustizia e libertà, delle quali fu commissario politico, comandante e referente presso il Comitato di liberazione nazionale. Dopo la Liberazione fu commissario straordinario della Montecatini. Consigliere comunale del Partito socialista democratico italiano a Milano dal 1951 al 1960. Dal 1957  professore ordinario di Chimica generale all’Università di Cagliari, poi di Pavia.
Enrico Ronzani
1877
1943
Medicina e Chirurgia, Università di Pavia
Professore di Igiene applicata all'Ingegneria al Politecnico di Milano e di Igiene e medicina legale all'Università di Pavia. Direttore dell'Istituto di Igiene  dell'Università degli Studi di Milano. Sovrintendente degli Istituti ospedalieri di Milano. Membro del Consiglio superiore della Sanità.
Aldo Rossi
1931
1997
Architettura
1959
Architetto, giornalista e storico dell’architettura, fu professore di Composizione architettonica allo Iuav di Venezia e al Politecnico di Milano. Redattore della rivista “Casabella-Continuità”, fu direttore della sezione architettura della Biennale di Venezia e il primo architetto italiano vincitore del premio internazionale Pritzker per l’architettura (1990). Professionista di fama mondiale specializzato nel campo del riuso edilizio e nella riqualificazione urbana.
Aristide Rubini
1846
1905
Ingegneria meccanica
1871
Gerente delle Ferriere Rubini, fratello d Giulio Rubini, ministro del Tesoro.
Guido Sagramoso
1875
1945
Ingegneria meccanica
1898
Amministratore delegato della Società italiana "Ernesto Breda" (1918).
Presidente delle Industrie meccaniche e aeronautiche meridionali di Napoli.
Presidente della S.A.E.R. - Elettrica Nazionale. Presidente della Società Commerciale siderurgica milanese.
Cesare Saldini
1848
1922
Ingegneria meccanica
1870
Volontario nella terza guerra d’Indipendenza (1866), fu professore di Tecnologie meccaniche e rettore (1921-1922) del Politecnico di Milano, nel quale nel 1902 vi istituì la Sleo (Scuola laboratorio di elettrotecnica per operai). Presidente della Sezione insegnamento della Società Umanitaria di Milano, della Scuola di elettrochimica fondata al Politecnico dalla Cassa di risparmio di Milano, dell’Istituto industriale milanese, del Consiglio per gli ingegneri, del Comitato permanente del lavoro. Fondatore e direttore del “Giornale dei mugnai” e direttore de “Il Politecnico”, già di Carlo Cattaneo e poi di Francesco Brioschi.
Presidente del Cotonificio Cantoni, della Compagnia generale di elettricità, della Cartiere Pietro Miliani di Fabriano, della Società molini e pastificio Pantanella; vicepresidente della Società lombarda per la distribuzione dell’energia elettrica e della Banca commerciale italiana. A Milano fu assessore ai Lavori pubblici, consigliere della Camera di commercio e del Consiglio superiore del lavoro; senatore dal 1919.
Angelo Salmoiraghi
1848
1939
Ingegneria industriale
1870
Volontario nella terza guerra d’Indipendenza (1866), assunta a Milano la conduzione (1871) e quindi la proprietà (1875) della Filotecnica, officina ottica specializzata nella produzione di teodoliti e techeometri, sviluppò nuovi strumenti astronomici, geodetici e topografici, ma anche macchine da cucire, strumenti per il disegno, la meteorologia e l’idrometria. Membro del comitato scientifico della rivista ”L’Industria”.
Consigliere comunale e assessore a Milano, contribuì alla fondazione dell’Università commerciale Luigi Bocconi (1902). Fu membro del Consiglio dell’industria e del commercio, del Consiglio superiore del lavoro, presidente della Camera di commercio di Milano (1900-1924) e dell’Unioncamere (1901-1917). Cavaliere del lavoro, senatore nel 1912.
Luigi Santarella
1886
1935
Ingegneria civile
1910
Docente di Costruzioni di Ponti e in cemento armato. Progettò le fabbriche di cemento Portland a Barletta, Brindisi, Taranto. Fondatore della Scuola di specializzazione per le costruzioni in cemento armato al Politecnico di Milano.
Antonio Sayno
1844
1916
Ingegneria civile
1867
Volontario garibaldino in Trentino nel 1866. Professore di Scienza delle Costruzioni al Politecnico di Milano. Consulente presso comuni per verifiche e collaudi opere. Consigliere comunale e sindaco di Monza.
Alessandro Scaglia
1900
1989
Ingegneria civile
1924
Socio e erede dello studio Dovara, amministra  i fondi e le proprietà delle famiglie milanesi Caccia Dominioni e Borromeo. Si dedicò alla realizzazione di edilizia scolastica e sanitaria e alla  progettazione di edifici per vari ordini religiosi di Cremona. Assessore ai Lavori pubblici della Provincia di Cremona (1950-70), consigliere comunale, consigliere dei Consorzi del Canale Navigabile, dell'Oglio, dell'Adda e dell'appena costituito Consorzio dell'Acqua Potabile, nonché presidente dello IACP cremonese.
Giovanni Schiaparelli
1835
1910
Matematica, Università di Torino
1854
Direttore dell’Osservatorio astronomico di Brera (1862-1900), effettuò molti importanti studi di geodesia astronomica, sulla rotazione e la topografia di Marte e scoprì il pianeta Hesperia. Professore di Geodesia, Astronomia e Teoria degli errori al Politecnico di Milano. Membro del Consiglio superiore della Pubblica istruzione. Presidente dell’Istituto lombardo di scienze e lettere, venne nominato senatore nel 1889.
Leopoldo Sconfietti
nd
1906
Ingegneria industriale
1880
Direttore del Cotonificio Cantoni a Legnano.
Luciano Scotti
1885
nd
Ingegneria elettrotecnica
1909
Dirigente della Società ceramica di Laveno, presidente della Confederazione nazionale fascista degli industriali ceramisti. Deputato per tre legislature dal 1929 al 1943.
Luigi Lorenzo Secchi
1899
1992
Ingegneria meccanica
1924
Architetto e pubblicista, fu a capo della Divisione urbanistica e direttore dell’Ufficio tecnico del Comune di Milano. Architetto conservatore del Teatro alla Scala (1932-1982), fu direttore generale tecnico della Snia Viscosa e membro effettivo dell’Istituto nazionale di urbanistica. Libero professionista nel campo dell’edilizia terziaria e industriale.
Guido Semenza
1868
1929
Ingegneria elettrotecnica
1893
Fondatore della CGS e dell'AEI. Esperto mondiale di linee di trasmissione,  lavora per la Edison e viaggia in tutto il mondo.
Mario Silvestri
1919
1994
Ingegneria elettrotecnica
1941
Assunto nel corso della seconda guerra mondiale all’Azienda elettrica municipale di Milano, prese parte alla Resistenza. Nel 1945 entrò nella Giunta tecnica della Edison occupandosi di uso industriale dell’energia nucleare. Fondatore del Cise (Centro informazioni studi esperienze) e direttore del laboratorio di Ingegneria nucleare.
Professore di Impianti nucleari e di Energetica al Politecnico di Milano, ha diretto l’Istituto di Fisica tecnica e quello di Energetica e ha potenziato il Centro di studi nucleari Enrico Fermi. Presidente del Comitato tecnologico del CNR. Pubblicista e studioso di storia, ha pubblicato diverse opere di qualità e notevole efficacia divulgativa. Medaglia d’oro dei Benemeriti della scuola, della cultura, delle arti.
Saul Steinberg
1914
1999
Architettura
1939
Artista e disegnatore di fama mondiale. Illustratore per il “Bertoldo” di Guareschi, con la promulgazione delle leggi razziali del 1938 fu costretto a vivere in clandestinità. Dopo il suo arresto e il successivo confino in Abruzzo, riuscì a emigrare in America, dove collaborò a numerose riviste (“Life”, “Harper’s Baazar”, “New Yorker”) e, successivamente, a prestigiose mostre internazionali. In sua memoria è stata fondata a New York la Saul Steinberg Foundation allo scopo di favorire lo studio e la conoscenza delle sue opere.
Augusto Stigler
1832
1910
Ingegneria industriale
1884
Fondatore della Società Officine Meccaniche Stigler.
Antonio Stoppani
1825
1891
Seminario di Monza e Milano
nd
Studiò in seminario e nel 1848 venne consacrato come sacerdote nell’ordine dei Rosminiani, e nello stesso anno prese parte alle Cinque giornate di Milano. Professore di Geologia all’Università di Pavia e al Politecnico di Milano. Fondatore e direttore del Museo civico di scienze naturali di Milano.
Presidente della Società italiana di scienze naturali e della Società geologica italiana, fu anche presidente della sezione milanese del Club alpino italiano. Autore del fortunatissimo volume Il Bel Paese. Conversazioni sulle bellezze naturali, la geologia e la geografia fisica d’Italia (1876).
Arturo Succetti
1947
2007
Ingegneria civile
1971
Titolare dell'impresa Succetti. Sindaco del Comune di Chiavenna (1975-1985) e presidente dell'Unione artigiani della provincia di Sondrio.
Filippo Tajani
1873
1944
Ingegneria civile, Università di Napoli
1895
Professore ordinario di Tecnica ed economia dei trasporti al Politecnico di Milano. Ispettore capo delle Ferrovie dello Stato, fu presidente della Federazione dei Trasporti e della Associazione italiana stampa tecnica. Membro del Consiglio superiore dei Lavori pubblici e delle Acque, segretario generale della Commissione parlamentare per l'ordinamento delle Ferrovie dello Stato. Professore incaricato di Economia dei trasporti alla Bocconi e membro del Comitato per l'Ingegneria del CNR e del Consiglio di amministrazione del Politecnico di Milano.
Carlo Tarlanini
1864
1932
Ingegneria civile, Università di Napoli
1886
Consigliere di amministrazione del Credito italiano, della Edison e della De Angeli & Frua; vicepresidente dell’Associazione italiana fascista degli industriali cotonieri e del Consiglio provinciale dell’economia di Milano; presidente della Federazione sindacale fascista dell’industria cotoniera italiana, dell’Unione industriale fascista della provincia di Milano, del Cotonificio Fratelli Dell’Acqua (di Legnano), della Innocente Mangili - Casa di spedizioni, della Italiana incendio, della Italiana vita e del Sindacato infortuni unione.
Giuseppe Terragni
1904
1943
Architettura
1926
Architetto razionalista. Membro fondatore del Gruppo 7 e del Movimento italiano architettura razionale, fu promotore della rivista “Quadrante” e membro del Congrès internationaux d’architecture moderne. Progettista della Casa del Fascio di Como e di numerosi edifici assunti a simbolo del razionalismo italiano (per es., sempre a Como, l’edificio per appartamenti Novocomum e l’asilo Sant’Elia).
Enea Torelli
1845
1919
Ingegneria civile
1867
Risanò il Lago di Varese. Progettista dell'acquedotto e dell'ospedale civico di Varese, di cui fu consigliere comunale.
Ernesto Treccani
1920
2009
Ingegneria chimica
1942
Figlio di Giovanni Treccani (fondatore dell’Enciclopedia Italiana), fondò e diresse riviste di avanguardia artistica e di fronda al fascismo: “Vita Giovanile”, “Corrente di Vita Giovanile” e “Corrente”. Militante comunista negli anni della Resistenza e nel dopoguerra, è stato animatore del gruppo di “Pittura” e redattore delle riviste “il 45” e “Realismo”. Nel 1978 ha dato vita alla Fondazione Corrente, con lo scopo di incrementare lo studio del periodo di rinnovamento culturale che va dal movimento di Corrente al Realismo.
Roberto Tremelloni
1900
1938
Scienze Economiche, Università di Torino
1926
Direttore nel 1922 della rivista “Battaglie sindacali”, nel 1945 fu nominato Commissario alla produzione industriale per l’Alta Italia. Iscritto al Partito socialista unitario, fu consigliere comunale a Milano e nel 1946 venne eletto all’Assemblea costituente. Dopo aver aderito al Partito socialista democratico italiano, nel 1948 assunse la presidenza del Comitato interministeriale per la ricostruzione.
Tra il 1952 e il 1953 presiedette la Commissione d’inchiesta parlamentare sulla disoccupazione. Professore incaricato di Economia e organizzazione aziendale al Politecnico di Milano, fu presidente dell’Azienda elettrica municipale di Milano (1951-1962), ministro delle Finanze (1954-1955 e 1963-1966), del Tesoro (1962-1963) e della Difesa (1966-1968).
Guido Ucelli di Nemi
1885
1964
Ingegneria elettrotecnica
1909
Consigliere delegato e direttore generale (1915) della Società ing. Alberto Riva, guidò a lungo l’azienda, accrescendone l’importanza in Italia e all’estero. Nel 1928 si impegnò (mediante un impianto idrovoro galleggiante fornito a titolo gratuito dalla Riva) nel recupero delle navi romane rinvenute nel lago di Nemi: per questo gli fu attribuito non solo il titolo di cavaliere del lavoro, ma anche quello nobiliare, con il diritto di aggiungere al suo cognome il suffisso “di Nemi”. Nel 1944, dopo che ebbe fornito aiuto a ricercati ebrei, fu arrestato e rinchiuso con la moglie Carla Tosi nel carcere di S. Vittore.
Studioso di Leonardo da Vinci, nel 1953 inaugurò a Milano, dopo lunghi anni di tentativi, il Museo nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci. Nominato cavaliere del lavoro, fu anche vicepresidente della Federazione nazionale dei cavalieri del lavoro.
Alberto Valduga
1941
2009
Ingegneria elettrotecnica
1965
Dirigente dell'Enel e dell'Acciaieria Cividale spa. Presidente del Gruppo Cividale spa. Vicepresidente dell'Associazione Italiana Fonderie (Assofond) e dell'Associazione industriali friulani. Membro del Consiglio di amministrazione di vari gruppi industriali e del Rotary.
Antonio Vallardi
1882
1965
Ingegneria elettrotecnica
1905
Erede della storica casa editrice fondata a Milano nel 1750, in qualità di direttore tecnico razionalizzò i metodi di lavorazione e la logistica, e specializzò la produzione all’ambito scolastico, con la stampa di manuali e mappe geografiche e la produzione di strumenti didattici e scientifici, giochi istruttivi, cornici per quadri, banchi e cattedre. Direttore dell’Associazione italiana editori.
Carlo Vanzetti
1866
1932
Ingegneria industriale
1886
Proprietario delle Fonderie Vanzetti. Vicepresidente della Bocconi e membro del Consiglio direttivo di Confindustria.
Francesco Vito
1902
1968
Giurisprudenza, Scienze economiche e sociali, Filosofia, Università di Napoli
1925 - 1926 - 1928
Professore ordinario di Economia politica e direttore dell'Istituto di Scienze economiche all'Università Cattolica. Professore incaricato di Materie giuridiche ed economiche al Politecnico di Milano. Presidente dell'International Association of University Professors and Lecturers. Linceo, presidente dell'Associazione italiana di Scienze politiche e sociali e vicepresidente del Credito italiano.
Marco Zanuso
1916
2001
Architettura
1939
Architetto, urbanista e designer, fu professore ordinario di Progettazione artistica per l’industria al Politecnico di Milano. Redattore della rivista “Domus” e direttore della rivista “Casabella”, fu membro fondatore dell’Associazione per il disegno industriale. Libero professionista come architetto e designer per numerose imprese italiane e internazionali (Kartell, Olivetti, Fiat, Borletti, Siemens, IBM).
Giuliano Zuccoli
1943
2012
Ingegneria elettrotecnica
1968
Direttore generale e amministratore delegato della Sondel (1985) e direttore generale della Falck Nastri (1990). Consigliere di amministrazione (1996), amministratore delegato (1997), presidente e consigliere delegato (1999) dell’Azienda energetica municipale di Milano e presidente del consiglio di gestione di A2A (2008). Presidente di Fastweb (1999-2002), di Federelettrica (2000), di Edipower (2002-2006), di FederUtility (2005-2008), di Edison (2005), di Assoelettrica (2009) e vicepresidente del Credito Valtellinese (2007).
Luigi Zunini
1856
1938
Istituto Elettrotecnico Montefiore – Liegi
1884
Rettore e professore del Politecnico di Milano. Membro del Consiglio superiore della pubblica istruzione.

SEGUICI

Newsletter Iscrizione alla Newsletter