Ricerca dello sviluppo
Più forza all'impresa con tecnologia e innovazione

ABILITY - TelerehABILITation: Integrated platform enabling the remote delivery and control of physical and cognitive rehabilitation, and self management

La demenza è una delle principali cause di disabilità in età avanzata ed è la principale causa di dipendenza tra le persone anziane, tale da renderla una priorità per la salute pubblica. Nessun trattamento farmacologico è disponibile per curare o arrestare il progressivo decorso della malattia e le cure sono prevalentemente fornite dai “caregiver”, termine anglosassone che indica colui che si prende cura e assiste una persona ammalata o disabile. Il progetto ABILITY - TelerehABILITation: Integrated platform enabling the remote delivery and control of physical and cognitive rehabilitation, and self management ha realizzato una piattaforma (Personal Smart Health Community) per supportare la riabilitazione cognitiva, motoria e comportamentale per i pazienti affetti da demenza a vario livello di gravità. La piattaforma raccoglie dati da fonti eterogenee per la gestione, il monitoraggio e l’erogazione di esercizi motorio-cognitivi di riabilitazione degli anziani nella propria casa. Il sistema permette ai clinici di verificare costantemente l’efficacia dell’intervento, di modificarlo (se necessario) e di mantenere anche a distanza una relazione costante con il paziente e il caregiver. La piattaforma è stata sviluppata in base al paradigma dell’Internet of Things, individuando percorsi assistenziali e moduli terapeutici innovativi e personalizzabili sulla base del profilo e del livello di rischio dell’individuo, al fine di una valutazione e validazione della terapia riabilitativa. Il prototipo e i servizi sono stati sviluppati e sperimentati secondo il modello dei “living lab”, con il coinvolgimento attivo di centri d’eccellenza nella neuro-riabilitazione e delle istituzioni pubbliche coinvolte.

Il progetto, finanziato all’interno del bando Smart Cities della Regione Lombardia ha coinvolto i seguenti partner: Telbios, Ab Tremila, Astir, imaginary, Fondazione Don Carlo Gnocchi ONLUS, Politecnico di Milano, con i dipartimenti di Ingegneria Gestionale di Elettronica, Informazione e Bioingegneria e Meccanica, Sait, SecureNetwork, Teorema e Università degli Studi di Milano-Bicocca. La Fondazione Politecnico di Milano ha collaborato al progetto.

STATO DEL PROGETTO: TERMINATO


 

SEGUICI

Newsletter Iscrizione alla Newsletter