Ricerca dello sviluppo
Più forza all'impresa con tecnologia e innovazione

DESIGN FOR ALL – Sw integration and advanced Human Machine Interfaces in design for Ambient Assisted Living

Spesso il design tradizionale progetta per astrazione e standard, ma così facendo penalizza le persone con diversificate abilità e competenze. La progettazione di un ambiente domotico richiede in ogni fase del suo ciclo di vita (progetto, uso, controllo, monitoraggio) l’utilizzo di un insieme di strumenti eterogenei e un’attenzione particolare all’utente che fruirà i vari servizi e le tecnologie e al modo in cui interagirà con essi, in modo da permettere di ridisegnare l’ambiente di vita domestico e garantirne l'inclusione, sicurezza ed ecosostenibilità. Il progetto DESIGN FOR ALL – Sw integration and advanced Human Machine Interfaces in design for Ambient Assisted Living ha l’obiettivo di progettare una piattaforma per anziani, disabili e famiglie che valorizzi le specificità di ognuno, coinvolgendo la diversità umana nel processo di creazione, attraverso approcci innovativi di situational e di context awareness, e implementando interfacce utente olistiche e adattive. Il sistema dovrà coordinare una serie di strumenti eterogenei e tenere in considerazione le differenti interazioni dell’utente con il software di gestione, analizzando i dati e le informazioni acquisite dall’ambiente attraverso i sensori e fornendo all’utilizzatore i dati in una forma comprensibile e fruibile.

Il progetto, finanziato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Cluster TAV -Tecnologie per gli ambienti di vita), coinvolge i seguenti partner: Politecnico di Milano, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto Auxologico Italiano, Università Politecnica delle Marche, AB Medica, Calearo Antenne, Eurotech, Laboratorio Idee, Logical System, Teorema Engineering. La Fondazione Politecnico di Milano collabora al progetto.
 

SEGUICI

Newsletter Iscrizione alla Newsletter