Ricerca dello sviluppo
Più forza all'impresa con tecnologia e innovazione

LIDIA - Sviluppo di tecnologie di seconda generazione per la conversione di derivati organici in acidi dicarbolissici green, come building blocks di origine rinnovabile per la sintesi di chemicals e polimeri

Il progetto di ricerca LIDIA – Sviluppo di tecnologie di seconda generazione per la conversione di derivati organici in acidi dicarbolissici green, come building blocks di origine rinnovabile per la sintesi di chemicals e polimeri intende sviluppare tecnologie di seconda generazione per la conversione di derivati organici in acidi dicarbossilici green, come bulding blocks di origine rinnovabile per la sintesi di chemicals e polimeri, con il fine di trovare un’alternativa al petrolio nella produzione di acidi dicarbossilici, a partire da materie prime organiche rinnovabili. Il progetto analizzerà i settori delle colture agro-energetiche, colture dedicate e residui agricoli e dei rifiuti organici urbani attraverso attività di ricerca e di valutazione di utilizzo della frazione organica dei rifiuti solidi urbani e della frazione cellulosica ed emicellulosica come materia prima rinnovabile (da convertire in molecole “bio”), utilizzando processi biotecnologici e chimici di seconda generazione.

Il progetto LIDIA è finanziato dalla Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, attraverso il bando per la nascita e lo sviluppo dei Cluster Tecnologico Nazionale, in particolare nel settore della chimica verde. Al progetto partecipano diverse aziende insieme ai dipartimenti di Chimica, Materiali e Ingegneria Chimica “G. Natta” e di Ingegneria Civile e Ambientale del Politecnico di Milano. La Fondazione Politecnico di Milano collabora al progetto.

 

SEGUICI

Newsletter Iscrizione alla Newsletter