Ricerca dello sviluppo
Più forza all'impresa con tecnologia e innovazione

Brain4Train - Development of innovative training contents based on the applicability of virtual reality in the field of stroke rehabilitation

Il progetto Brain4Train - Development of innovative training contents based on the applicability of virtual reality in the field of stroke rehabilitation nasce di fronte alla constatazione che, tra le principali cause di disabilità fisica, gli incidenti cerebrovascolari costituiscono la prima causa di invalidità permanente negli adulti e sono in parte dovuti all’allungamento della vita media. L’ictus cerebrale si presenta più frequentemente nell’età avanzata e rappresenta la terza causa di morte in Italia e nei maggiori paesi europei, preceduta di poco dai tumori e dalle malattie cardiovascolari. L’introduzione di nuove tecnologie al servizio della riabilitazione delle persone colpite da ictus è una realtà; tuttavia la loro diffusione è molto limitata a pochi centri di eccellenza situati in alcuni paesi. Le potenzialità di queste tecnologie per migliorare la gestione clinica dei pazienti sono però indebolite dalla mancanza di sufficienti conoscenze, non solo da parte dei medici professionisti, per quanto riguarda la loro applicabilità in ambito clinico e le competenze necessarie per sfruttarle.

Scopo di Brain4Train è quello di dare un contributo, principalmente in ambito formativo, per migliorare la riabilitazione di questi pazienti attraverso l’introduzione di nuove tecnologie, complementari a quelle tradizionali e che possano essere anche utilizzate all’interno dell’ambiente domestico. In particolare, il progetto si focalizzerà sui metodi biomeccanici di valutazione funzionale e sull’utilizzo della realtà virtuale e altre soluzioni innovative, in modo da sviluppare una conoscenza condivisa tra le diverse figure professionali coinvolte nella riabilitazione dei pazienti post-ictus. Allo stesso tempo, grazie alla partecipazione al progetto della Società Europea di Medicina Fisica e Riabilitazione (ESPRM, l’associazione scientifica che coinvolge i medici riabilitatori di tutto il continente), sarà possibile promuovere la diffusione di queste nuove tecnologie, affinché possano effettivamente contribuire a migliorare un settore della riabilitazione neurologica nei paesi dell'Unione Europea.

Il progetto è finanziato dall’Unione Europea all’interno del programma Erasmus+ e coinvolge i seguenti partner: Silesian University of Technology (coordinatore del progetto), Fondazione Politecnico di Milano, Istituto di Biomeccanica di Valencia e Società Europea di Medicina Fisica e Riabilitazione ESPRM (Agreement 2017-1-PL01-KA202-038370). Brain4Train ha una durata di 24 mesi e terminerà a settembre 2019.

Maggiori informazioni al sito www.brain4train.eu.
 

logo eu flag yellow1
Brain4Train is a project funded by the European Union under the Erasmus+ programme

Erasmus brain4train logo
   

Tra le principali cause di disabilità fisica, gli accidenti cerebrovascolari costituiscono la prima causa di invalidità permanente negli adulti, in parte dovuto all’allungamento della vita media. L’ictus cerebrale si presenta più frequentemente nelle età avanzate e rappresenta la terza causa di morte in Italia e nei maggiori paesi europei, preceduta di poco dai tumori e malattie cardiovascolari.

L’introduzione di nuove tecnologie al servizio della riabilitazione delle persone colpite da ictus è una realtà, tuttavia la loro diffusione è molto limitata a pochi centri di eccellenza in alcuni paesi. Le potenzialità di queste tecnologie per migliorare la gestione clinica di questi pazienti sono però offuscate dalla mancanza di conoscenza, non solo da parte dei professionisti medici, della loro applicabilità in ambito clinico o delle competenze necessarie per sfruttarle.

Lo scopo di questo progetto è quello di dare un contributo, principalmente in ambito formativo, per migliorare la riabilitazione di questi pazienti attraverso l’introduzione di nuove tecnologie, complementari a quelle tradizionali e che possano essere anche utilizzate nel proprio ambiente domestico. In particolare il progetto si focalizzerà su quelle basate sui metodi biomeccanici di valutazione funzionale e sull’utilizzo della realtà virtuale o altre soluzioni innovative, in modo da sviluppare una conoscenza condivisa tra le diverse figure professionali coinvolte nella riabilitazione dei pazienti post-ictus. Grazie alla partecipazione al progetto della Società Europea di Medicina Fisica e Riabilitazione ESPRM, la più grande società scientifica a livello europeo che coinvolge i medici riabilitatori di tutta Europa, sarà possibile allo stesso tempo promuovere la diffusione di queste nuove tecnologie affinché possano effettivamente contribuire a migliorare un settore della riabilitazione neurologica dell'Unione Europea.

 

Il progetto, finanziato dall’Unione Europea all’interno del programma Erasmus+, coinvolge, oltre alla Fondazione Politecnico di Milano, l’Instituto de Biomecanica de Valencia, la Silesian University of Technology (coordinatore del progetto), e la Società Europea di Medicina Fisica e Riabilitazione ESPRM (Agreement 2017-1-PL01-KA202-038370)

Per approfondire http://brain4train.eu

SEGUICI

Newsletter Iscrizione alla Newsletter