Ricerca dello sviluppo
Più forza all'impresa con tecnologia e innovazione

Promised Land. The future of urban consumption

Promised Land. The future of urban consumption
20-21 giugno 2019 | Palazzo dei Giureconsulti, Piazza dei Mercanti 2 - 
20123 Milano

Promised Land è un evento di due giorni (20-21 giugno) per discutere su competenze del futuro, nuove tecnologie, narrative e politiche con cui le città stanno immaginando nuove relazioni tra produzione, consumo e sostenibilità dei propri sistemi agroalimentari.

—IL PROGRAMMA—

Giovedì 20 giugno

Nella sessione di apertura, Milano, MadridMariborPozzuoli e Lille si confronteranno sulle sfide messe in campo dai progetti finanziati dall’iniziativa europea Urban Innovative Actions, condividendo i primi risultati e le prospettive future.

L’evento sarà anche l’occasione per inquadrare il tema all’interno di una cornice più ampia con la Fondazione Ellen MacArthur, che nel suo recente Rapporto “Cities and circular economy for food” sottolinea l’urgenza di riprogettare il sistema di produzione alimentare.

Concluderà la giornata la proiezione del nuovo pluripremiato documentario di Stefano Liberti ed Enrico Parenti “Soyalism”, che descrive il sistema industriale di allevamento dei suini e di produzione della soia che, dagli Stati Uniti al Brasile, sta mettendo in crisi la piccola agricoltura locale, la nostra salute e quella del pianeta.

Venerdì 21 giugno

La seconda giornata sarà aperta da Leonardo Previ, fondatore di Trivioquadrivio, che esplorerà il tema dell’innovazione aperta per la sostenibilità, dove l’agroalimentare si presenta come un campo di sperimentazione molto promettente.

Seguiranno diversi momenti di confronto, tavole rotonde, panel e workshop interattivi con alcune delle realtà che meglio rappresentano l’ecosistema dell’innovazione in ambito agrifood —tra cui Costa CrociereFairtrade ItaliaCrédit AgricoleFood Tech Accelerator e altri ancora– insieme ai protagonisti di progetti e politiche innovative orientati alla sostenibilità dei processi e dei prodotti e alla capacità di plasmare nuove economie e competenze (Arvaia di BolognaLes Jardins de la Montagne Verte di Strasburgo, e altri ancora).

Ragioneremo infine con Cristina Tajani, Assessore alle Politiche del lavoro, Attività produttive, Commercio e Risorse Umane del Comune di Milano, sul ruolo che le politiche pubbliche possono avere nel sostenere queste dinamiche.


—IL PROGETTO OPENAGRI—

Promised Land è un evento organizzato nell’ambito del progetto europeo OpenAgri. New Skills for new Jobs in Peri-urban agriculture, con cui il Comune di Milano, capofila di un ampio partenariato, sostiene nuove forme di impresa e nuove economie capaci di contribuire a una maggiore sostenibilità ambientale e sociale delle filiere agroalimentari.

La creazione di un polo di competenze e servizi presso Cascina Nosedo, al confine tra la città e il Parco Agricolo Sud, favorirà lo scambio e la contaminazione tra innovazione e pratiche consolidate in quest’ambito, connettendo ambiti di sperimentazione diversi (dall’agroecologia, alla cultura, alla formazione, all’inclusione sociale) e soggetti plurimi (la catena di imprese che porta i prodotti o i servizi sul mercato, le ONG, il mondo della ricerca, i cittadini e i policy makers), con l’obiettivo ultimo di testare una forma di innovazione orientata verso una crescita inclusiva.

—I PARTNER—

Sono partner del progetto: Comune di Milano, Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi, Fondazione Politecnico di Milano, PTP Science Park, Università degli Studi di Milano, Politecnico di Milano, Avanzi, Cineca, Future Food Institute, ImpattoZero, La strada società cooperativa sociale, Sunugal, Poliedra, IFOA, Mare, Food Partners.

MODALITA' DI PARTECIPAZIONE
La partecipazione all'evento è libera e gratuita, previa registrazione al seguente link www.eventbrite.it/promised-land.

SEGUICI

Newsletter Iscrizione alla Newsletter