PASSION

La fotonica per una società sempre più connessa

dicembre 2017

- novembre 2020

Guarda il video

TEMI

Industria 4.0Visionary Cities

Il progetto

PASSION intende realizzare soluzioni fotoniche innovative per lo sviluppo della futura rete di comunicazione, che sia caratterizzata da altissima capacità di trasmissione a basso costo e a ridotto consumo energetico.
La grande quantità di dati che oggi abbiamo a disposizione, dovuta all’aumento del numero di utenti, alla dimensione dei contenuti e alla convergenza con altre reti (come mobile e datacom) sta causando problemi di trasmissione e indirizzamento dei dati stessi, nonostante si sia assistito negli ultimi dieci anni ad un continuo sviluppo della rete in fibra ottica per applicazioni nelle nostre città.
PASSION utilizzerà proprio la fotonica come tecnologia chiave per supportare l’evoluzione dell’intera infrastruttura di telecomunicazioni, basata sull’utilizzo di speciali sorgenti laser a emissione verticale.

Il ruolo della Fondazione

Fondazione collabora con il Politecnico di Milano nel coordinamento del progetto

Dettagli tecnici

Il progetto PASSION (Photonic technologies for progrAmmable transmission and switching modular systems based on Scalable Spectrum/space aggregation for future agIle high capacity metro Networks) è coordinato dal Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria del Politecnico di Milano, insieme alla Fondazione Politecnico di Milano, coinvolge 13 importanti partner di ricerca e industriali, provenienti da sette diversi paesi dell’UE (Finlandia, Francia, Germania, Israele, Italia, Spagna, Paesi Bassi) e da due paesi non europei ( Giappone e Corea) coordinati dal Politecnico di Milano – Italia.
PASSION è un progetto di Azioni di Ricerca e Innovazione (RIA) finanziato dalla Commissione Europea con Horizon 2020 in ambito ICT-30-2017 Call KET (ambito i. Sviluppo di tecnologie fotoniche di base guidate dall’applicazione) sotto l’egida della Photonic Private Partnership (PPP) Photonics21, con un budget complessivo di 8,5 milioni di euro.

Finanziatori