WISH MI

Milano città dei bambini e dei ragazzi

gennaio 2020

- dicembre 2022

TEMI

Sviluppo sociale

Il progetto

Il progetto WISH MI (Wellbeing Integrated System of Milan) intende contrastare la povertà minorile a Milano e garantire equa possibilità di accesso alle risorse e alle opportunità della città. Le importanti trasformazioni economiche, demografiche e sociali degli ultimi anni pongono il sistema dell’istruzione e del welfare di fronte a nuove sfide, come colmare il divario educativo tra il centro e le periferie e arginare i fenomeni di dispersione e abbandono scolastico. L’iniziativa si pone l’obiettivo di sviluppare un piano strategico per il benessere dei minori e far diventare Milano una città a misura di bambini e ragazzi, una città inclusiva e coesa che consideri i suoi giovani una risorsa. Tra le azioni previste da WISHI MI c’è la realizzazione di una piattaforma digitale dove confluiranno le offerte di servizi educativi, sociali, culturali e sportivi per i minori, e la creazione di sette hub fisici all’interno di spazi pubblici, dove personale qualificato aiuterà le famiglie a fruire dei servizi educativi e di welfare del territorio milanese, garantendo a tutti una piena accessibilità alle opportunità.

Il ruolo della Fondazione

Fondazione Politecnico di Milano è partner del progetto

Dettagli tecnici

WISH MI, che ha ottenuto un finanziamento di circa 5 milioni di euro grazie al bando europeo “Urban Innovative Actions” (UIA) risultando tra i 20 progetti selezionati su oltre 175 proposte, avrà una durata di tre anni e vede il Comune di Milano, con le direzioni Educazione e Politiche Sociali, come capofila. L’iniziativa è stata finalizzata con il supporto di Bloomberg Associates e opererà in sinergia con WeMi, il sistema di servizi digitali e fisici del Comune di Milano per facilitare l’accesso ai servizi domiciliari della città, e con QuBì, il programma di Fondazione Cariplo per contrastare la povertà minorile a Milano. Con l’obiettivo di combattere le disuguaglianze, WISH MI mira a garantire ai minori piena accessibilità all’istruzione e alle attività a loro dedicate, anche attraverso lo sviluppo di servizi realizzati grazie alla collaborazione dei ragazzi, delle loro famiglie e di alcune realtà del terzo settore.

Finanziatori