Il Politecnico di Milano e la formazione delle classi dirigenti nazionali e locali

Giuseppe Paletta e Maria Luisa Sangiorgio (Coordinamento del progetto); Carlo Carboni, Mattia Granata, Stefano Morosini, Giuseppe Paletta, Ornella Selvafolta, Andrea Silvestri, Fabrizio Trisoglio - SilvanaEditoriale, 2013
La rapidità del processo di industrializzazione post unitario, l’efficacia della ricostruzione postbellica, l’entusiasmo con cui il paese è cresciuto negli anni sessanta sono la testimonianza del nesso inscindibile che unisce cultura, ricerca tecnico scientifica e sviluppo. Uno sviluppo economico, sociale e territoriale determinato dalla qualità delle istituzioni e delle classi dirigenti che lo promuovono e lo realizzano.
Il Politecnico di Milano dalla sua fondazione, nel 1863, ha contribuito a formare élites e classi dirigenti: ingegneri, architetti, designer, imprenditori, dirigenti, pubblici amministratori che hanno modellato profondamente il volto del nostro paese. La ricerca che la Fondazione Politecnico di Milano ha condotto traccia le linee essenziali di questo rapporto e indica, attraverso 100 personalità emblematiche, le donne e gli uomini che hanno contributo a rafforzare l’identità di un paese, l’Italia, ricco di creatività e di capacità manifatturiera. Una speranza e un impegno per il futuro.
Formato: